Giu
27

Tipologie di avvistamento UFO

Inserito il 27 giugno 2004 da Roswell in Avvistamenti, Ufologia

images4.jpgI casi di avvistamento UFO sono particolarmente variegati, anche in considerazione del fatto che si basano fondamentalmente su testimonianze umane e non su registrazioni meccaniche. E’ stato comunque necessario cercare di ricondurre tali avvistamenti in categorie basate fondamentale sulle caratteristiche descrittive delle osservazioni e sulla distanza intercorrente tra testimone e fenomeno. In questo modo sono stati creati dei raggruppamenti di segnalazioni tra loro relativamente omogenee e, quindi, teoricamente adatte a delle analisi statistiche. Nonostante l’esistenza di altre proposte, la classificazione al momento più usata e’ quella sviluppata nei primi anni settanta da J.A.Hynek. Pur essendo talvolta piuttosto generica ed incapace di descrivere la complessità del fenomeno UFO, rimane comunque un sistema di riferimento universalmente impiegato da praticamente tutti gli studiosi della materia.

Tipologie avvistamenti

Luci Notturne: Fenomeni luminosi solitamente non strutturati osservati nel cielo notturna ad una certa distanza dal testimone. Costituiscono la grande maggioranza di tutti gli avvistamenti UFO raccolti.

Dischi Diurni: Fenomeni luminosi o di aspetto apparentemente solido osservati nel cielo diurno ad una certa distanza dal testimone.

Casi Radar-Visuali: Casi di avvistamento rilevati da apparecchiature radar, talvolta con una contemporanea osservazione visiva.

Incontri Ravvicinati: Fenomeni osservati al suolo o in sua prossimità, con tracce o presenza di “entità animate”, osservati a breve o brevissima distanza dal testimone.

Tra i tanti tipi di avvistamento UFO ve ne sono alcuni che risultano più interessanti di altri, solitamente a causa del più elevato contenuto di “stranezza” presente nei resoconti testimoniali (spesso dovuto alla ridotta distanza esistente tra testimone e fenomeno). Su di essi si sono sviluppati attenzioni e studi specifici, al fine di specializzare l’analisi su eventi apparentemente tra loro omogenei.
I casi di avvistamento più interessanti

Incontri Ravvicinati: Si tratta di quegli avvistamenti in cui la distanza tra testimone e fenomeno è inferiore ai 150 metri ed il fenomeno stesso si trova al suolo o a pochissima distanza da esso. Vi possono essere effetti temporanei (es.: interruzioni di corrente, disturbi elettromagnetici, inquietudine di animali) oppure duraturi (tracce su suolo o vegetazione, effetti fisiologici), osservazioni di “entità animate” o addirittura eventi eccezionali di “tempo mancante” o “contatto”.

Casi con Tracce: Si tratta, spesso, di “incontri ravvicinati” che includono la presenza di tracce su suolo e/o vegetazione trovate dopo un avvistamento, ma molte volte sono semplici scoperte di strane tracce senza alcuna osservazione di fenomeni aerei anomali, a cui vengono comunque associate in virtù della loro stranezza e di alcune caratteristiche comunemente associate all’idea popolare di “UFO”.

Casi Fotografici: Si tratta dei casi in cui viene presentata una documentazione fotografica o video (o cinematografica) a supporto del racconto testimoniale. In alcuni di essi, si è in presenza di bizzarri fenomeni comparsi nelle immagini sviluppate ma non osservati ad occhio nudo. Nella stragrande maggioranza di questi eventi si tratta di difetti di ripresa o di sviluppo o, ancora, di corpi esterni ripresi accidentalmente.

Avvistamenti di Piloti: Si tratta di casi in cui i testimoni sono piloti militari o civili, solitamente in volo. Vista la particolare preparazione dei testimoni e la specifica particolarita’ della situazione di avvistamento, a questi casi viene attribuita una particolare importanza.

[ Tratto da www.ufo.it ]

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento






Migrare il contenuto del vecchio sito ha portato alla perdita di alcune informazioni, chiedo scusa anticipatamente agli autori di articoli e documenti qualora abbia, involontariamente, omesso di citarli.