giu
28

Chupacabras

Inserito il 28 giugno 2004 da Roswell in EBE, Ufologia

ChupacabrasNotizie contrastanti, riguardo alla cattura di alcuni esempalri di Chupacabras, giungono dal Cile.

Gli abitanti di Calama, una città del nord, affermano che la NASA avrebbe in custodia due di questi esseri, catturati dall’esercito cileno attorno al 10 di Maggio.

Stando a rapporti ottenuti da Marcial Campos Maza – giornalista del servizio stampa EFE – la cattura sarebbe avvenuta in una zona semidesertica nei pressi della miniera Radomiro Tomic, a nord di Calama.

Nel corso dell’operazione sarebbero stati esplosi colpi d’arma da fuoco ed uno dei soldati cileni è rimasto ucciso. Le due creature, trattenute nella caserma del reggimento per alcune ore, sarebbero state prese in custodia da una squadra della NASA giunta sul posto in elicottero.

Alcuni residenti di calama, tuttavia, dichiarano che i Chupacabras sono stati “creati” proprio dalla NASA.

“Gli americani si sono lasciati sfuggire almeno tre esseri, frutto di esperimenti genetici e sono stati capaci di catturarne solo due”, afferma l’architetto Dagoberto Corante, secondo il quale l’esercito cileno continua a rifiutarsi di rilasciare dichiarazioni sulla faccenda.

” Si dice che l’animale catturato sia stato tenuto prigioniero nella caserma del reggimento fin quando gli esperti della NASA lo portarono via “, dichiara Corante, persona nota e rispettata in questa zona, dove i Chupacabras hanno predato e sparso il terrore tra la popolazione”.

” Il giorno in cui la notizia è trapelata, i militari hanno persino chiuso il locale aeroporto per diverse ore, in modo da permettere l’atterraggio dell’elicottero che trasportava gli scienziati americani – aggiunge Corante – anche se nessuno capisce che necessità ci fosse di chiudere l’aeroporto, poichè gli elicotteri possono atterrare dappertutto, e ciò ha dato luogo a disparate illazioni”.
Mentre si moltiplicano i resoconti sull’aggressività dei Chupacabras e sulla loro capacità di superare a balzi muri alti anche tre metri e di aggirarsi indisturbati tra i cani da guardia, corpi di polizia e volontari ne hanno rinvenuto solo alcune orme sparse, in quest’area di terreno desertico che si trova 1500 km a nord di Santiago del Cile, la capitale.

Gli abitanti di Calama e di alcune comunità vicine hanno continuato ad attribuire all’agenzia spaziale americana la responsabilità per le apparizioni e gli attacchi dei Chupacabras, che hanno fatto scempio di numerosi capi di bestiame nelle fattorie della regione ed in altre zone del Cile. Precedentemente, nel mese di Aprile, a nord di Calama e nei dintorni, erano state rinvenute le carcasse di dozzine di animali – capre, maiali, polli, conigli – totalmente dissanguati, ma non divorati dai misteriosi predatori.

Nello scenario si inserisce di prepotenza l’investigatore Patricio Borlone Rojas, il quale ha raccolto la testimonianza di un giovane soldato di leva – che ha chiesto di mantenere l’anonimato – di stanza a Calama.

La notte del 10 Maggio, mentre era di guardia, il giovane ha scorto un Chupacabras ed ha avvisato immediatamente il suo superiore. La strana creatura compiva dei grandi balzi e, ad un certo momento, ha dato persino l’impressione di galleggiare nell’aria ( forse era dotata di una sorta di ali ? ). Secondo il soldato, vhe non aveva potuto distinguere altri particolari a causa dell’oscurità, l’essere, piuttosto peloso e ricurvo, era alto circa un metro e venti. In seguito alla sua segnalazione, sul luogo è stata inviata una squadra di militari che ha fatto rientro con alcune strane “uova” rinvenute sul luogo dove le creature erano state sorprese: due vennero uccise ed una catturata, e i cui corpi sarebbero stati rimossi poi da personale della NASA presente nella zona. Il particolare piu’ sconcertante dell’intera vicenda è la comparsa di un nuovo fattore, rispetto ad altri avvistamenti simili, ossia le “uova”. Dovremo forse cambiare la nostra opinione sul metodo di riproduzione di queste entità o creature? La risposta si trova nelle mani di coloro che controllano le informazioni: perché la verità sui Chupacabras non può essere svelata una volta per tutte?

La trentasettenne Evelyn Esbry – residente a Baquedano, una cittadina a nord di Antofagasta, il 30 Maggio, alle sei del mattino, ha avvertito forti rumori provenire dal cortile dietro la sua abitazione ed è uscita per scoprire di cosa si trattasse. La sua casa si trova presso il ristorante “El Rutero” dove, due settimane prima, alcuni Chupacabras avevano ucciso, dissanguandoli, nove conigli, lasciando sul terreno orme simili a quelle individuate in casi analoghi avvenuti nella stessa regione.

Nel cortile, qualcosA le è saltato improvvisamente alla schiena, la donna si è voltata e si è trovata faccia a faccia con uno strano animale. Paralizzata di fronte a questa orribile creatura la Esbry ha perso i sensi. Piu’ tardi ha cosi’ descritto l’essere che l’aveva aggredita: alto circa un metro e trenta, coperto di pelo scuro, dal grosso gruno e grandi, luminosi occhi arancioni.

Il marito della Esbry, Walter Allaga, non si è accorto di nulla ma, preoccupato non vedendo tornare la moglie, è uscito a cercarla, trovandola svenuta. Il paramedico locale, Rodolfo Gonzalez, le ha prestato i primi soccorsi, e la donna, ancora in stato di shock, è stata ricoverata presso l’Ospedale Regionale di Antofagasta. In ospedale, dove le hanno somministrato un sedativo, le sono state riscontrate ferite e graffi sul collo, la schiena e le mani e con i vestiti in parte laceri. La donna, all’inizio, ha rifiutato di elaborare il ricordo del suo spaventoso incontro, ma pochi giorni dopo ha fornito dei dettagli, il piu’ importante e significativo dei quali è il fatto che quando vide in faccia il Chupacabras, questi le inviò un ordine telepatico : “Non gridare! ” Dopo aver udito ciò, la Esbry svenne.

Il caso della signora Esbry non èl’unico.

Il paramedico Rodolfo Gonzalez afferma di avere ricevuto un’altra chiamata, due settimane prima, dal villaggio di Sierra Gorda ( che si trova tra Baquedano e Calama ). Là soccorse una coppia, imbattutasi in un Chupacabras. I due si trovavano in automobile e, stando alle loro dichiarazioni, il Chupacabras ordinò mentalmente alla ragazza di uscire dall’auto ma, mentre apriva lo sportello, la donna si rese improvvisamente conto di quel che stava facendo e lo richiuse precipitosamente, chiedendo al suo amico di mettere in moto e scappare. Il ragazzo non riusciva piu’ a muovere le gambe ma riavviò in qualche modo il motore e, appena accese i fari, la creatura spari’ nel buio della notte. La giovane coppia ha chiesto di mantenere l’anonimato.

Questi due casi ci spingono a pensare che i Chupacabras non siano “animali” ma “esseri senzienti”. Bisogna sottolineare che, nella stessa zona, ci sono stati numerosissimi casi di avvistamenti UFO ; molti rapporti riferiscono di forti luci nel cielo, cosi’ intense da illuminare intere città in piena notte.

La maggior parte degli ufologi cileni è ora convinta che esista una relazione tra gli UFO e i Chupacabras, rifiutando ormai l’ipotesi dell’esperimento di manipolazione genetica sfuggita al controllo umano.

Qualcuno è forse in grado di creare un animale pensante, capace di impartire ordini telepatici ad un essere umano? Patricio Borlone Rojas, un investigatore che vive a Santiago del Cile, ha inoltre confermato che, il 12 Maggio, due speciali containers della NASA sono giunti a Santiago con due diversi voli da Miami. I containers sono stati poi immediatamente caricati su un Cargo Boeing 737 delle linee aeree locali AVANT, partito per Calama alle otto del mattino dello stesso giorno. Risulta inoltre che, a Calama, i due Chupacabras vivi catturati dai militari del luogo, siano stati messi nei containers e che l’aereo sia ripartito nel pomeriggio per una destinazione ignota.

( Si ringrazia John Hayes, Joseph Trainor e Scott Corrales per la collaborazione ).

Related Posts with Thumbnails

2 commenti per quento post

[...] una sorta di Grigio Degenerato ossia un incrocio tra un lupo mannaro ed un umanoide formato Alfa. Secondo alcune possibili vittime di abduzioni ossia di rapimenti da parti di alieni dicono di aver visto a bordo dei dischi volanti [...]

[...] una sorta di Grigio Degenerato ossia un incrocio tra un lupo mannaro ed un umanoide formato Alfa. Secondo alcune possibili vittime di abduzioni ossia di rapimenti da parti di alieni dicono di aver visto a bordo dei dischi volanti [...]

Lascia un commento






Migrare il contenuto del vecchio sito ha portato alla perdita di alcune informazioni, chiedo scusa anticipatamente agli autori di articoli e documenti qualora abbia, involontariamente, omesso di citarli.