Archivio di novembre 2004

Nov
9

Crop circles: anelli nei campi di grano

Inserito il 9 novembre 2004 da Roswell in Crop Circles, Ufologia

Crop circlesIl cerchio è stata la caratteristica principale dei Crop circles, ovvero gli anelli circolari comparsi nei campi di grano della Scozia e che per diversi anni hanno attirato l’attenzione di scienziati, di curiosi e portato alla ribalta il fenomeno degli UFO.
Ad accorgersi dei cerchi concentrici fu, nel 1978, un agricoltore, Ian Stevens, il quale, mentre era impegnato nella trebbiatura, trovò che le sue spighe erano piegate in perfetto senso orario formando un cerchio. Da quel momento centinaia di Corp circles sono stati avvistati e molti scienziati sono stati chiamati per dare una spiegazione al fenomeno. La presenza di microonde all’interno dei crops, presenti ormai in tutto il mondo, ha portato gli studiosi ad associare l’evento agli UFO e all’atterraggio di astronavi aliene.
Solo più tardi si scoprì che gli artefici delle geometrie nei campi di grano non erano altro che due eccentrici sessantenni inglesi anche se esistono documentazioni che attribuiscono il fenomeno a extraterrestri.
(Continua…)

Nov
6

Ho visto gli alieni di Roswell

Inserito il 6 novembre 2004 da Roswell in Avvistamenti, Ufologia

Alieno di RoswellPhilip Corso è un colonnello dell’esercito statunitense in pensione, ma soprattutto e’ l’uomo che ha visto i cadaveri di Roswell.
“Era la sera del 6 luglio 1947”, ha raccontato Corso al recente simposio internazionale sugli UFO, e, con il grado di maggiore, ero di stanza a Fort Riley, nel Kansas, come responsabile della sicurezza. Stavo compiendo il consueto giro di perlustrazione della base quando, giunto vicino al caseggiato veterinario, fui chiamato dal sergente maggiore Bill Brown. ‘Maggiore, venga a vedere. C’e’ da non crederci’, mi disse.
Nessuno, quella sera, avrebbe dovuto entrare in quel perimetro. Un cartello diceva chiaramente di girare alla larga. Entrai e vidi alcune casse che, secondo Brown, venivano da San antonio, Texas. Ci avevano detto che contenevano del materiale recuperato da un incidente avvenuto un paio di giorni prima in Nuovo Messico. Mi avvicinai ad una delle casse di legno (erano una trentina), mentre Brown restava di guardia. Vidi una cassa, sigillata su un lato e aperta dall’alto. Sollevai il coperchio e illuminai l’interno con una torcia. (Continua…)