Lug
8

UFO nel Trevigiano

Inserito il 8 luglio 2005 da Roswell in Avvistamenti

valdobbiadene1.jpgCrocetta del Montello – L’Ufo è apparso l’altra sera ed erano almeno sei anni che mancava da questi cieli.
Come nella migliore letteratura di genere era un oggetto molto luminoso che per circa cinque minuti molto lentamente si è stagliato nel cielo di Ciano del Montello suscitando l’attenzione e la curiosità di diverse persone che si trovavano nel parcheggio pubblico di via Unione.
“Ho visto una piccola luce diventare in breve tempo un enorme fascio luminoso, come fosse una cometa con una lunga coda che viaggiava in direzione 280 gradi Ovest – spiega Paolo Gallina, comandante della Polizia Municipale di Valdobbiadene.

“Ero appena uscito di casa con mio figlio di due anni per godermi il fresco delle ore serali, quando sono stato attratto da una luce dapprima fioca e poi decisamente più intensa apparsa improvvisamente sopra la mia testa. Ho pensato subito alle luci di un aereo ma visto che la luce procedeva a velocità molto ridotta mi sono insospettito”. “Il fenomeno luminoso -continua Gallina – aumentava e la cosa mi ha incuriosito ancora di più. Non sono riuscito a capire precisamente da dove iniziava e dove finiva la grande massa luminosa, posso solo dire che l’oggetto misterioso era considerevole e molto luminoso. Il fenomeno che mi ha maggiormente colpito e che mi ha sorpreso, notato del resto anche dalle persone che erano com me nel piazzale, sono stati due punti luminosi che anticipavano e seguivano, quella che definerei una specie di grande stella cometa”.

“Da quando ce ne siamo accorti – aggiunge – la “cosa” si è protratta ed è rimasta ben visibile sopra di noi per almeno cinque minuti. Poi l’oggetto è scomparso alle spalle del Monte Grappa all’altezza del Monfenera. La serata era molto limpida e ancora non erano calate le tenebre”.

Passato lo sbigottimento tutti i presenti in piazza Unione si sono guardati in faccia ed hanno cercato di trovare una spiegazione a quanto avevano appena visto. Gallina esclude l’avvistamento di una di quelle tante sonde metereologiche che vengono lanciate nell’atmosfera.”Rientrato in casa – conclude Gallina – ho guardato tutti i telegiornali per vedere l’episodio al quale avevamo assistito era stato visto altrove. Ho anche contatto via e-mail amici e conoscenti, ma nessuno pare si sia accorto di nulla e il fatto mi sorprende parecchio, visto che a Ciano era ben visibile”. Lo strano fenomeno ha però avuto un seguito ieri mattina verso le 11.30 sempre in direzione del Monte Grappa dove alcune donne hanno notato all’orizzonte delle particolari nuvole di color verde – blu, mai viste prime. Solo suggestione? Gli esperti sono già in fermento.

[ via Il Gazzettino On Line ]

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento






Migrare il contenuto del vecchio sito ha portato alla perdita di alcune informazioni, chiedo scusa anticipatamente agli autori di articoli e documenti qualora abbia, involontariamente, omesso di citarli.