Set
8

Prove sull’origine dei Grigi e motivi dei rapimenti di esseri umani

Inserito il 8 settembre 2005 da Roswell in Alieni, Ufologia

I GrigiUna delle più diffuse opinioni circa i grigi è quella che li ritiene coinvolti in qualche modo con il governo degli Stati Uniti. Questa stretta relazione avrebbe dato luogo a molti dei progressi tecnologici raggiunti dalla scienza militare e governativa negli ultimi cinquanta anni, tra i quali vanno annoverati il caccia F-117 fighter, il bombardiere B-2 (ambedue si avvalgono della nuovissima tecnologia stealth) ed il sofisticato sistema difensivo conosciuto come “Joshua”, un’arma ultrasonica, di cui una variante declassificata è stata recentemente rivelata al pubblico.
La teoria sostiene qualcosa del genere: un gruppo segreto governativo (conosciuto come Majestic Twelwe o la Jason society o gli alunni di Jason) ha concesso ai Grigi, nel sud-ovest americano, larghi tratti di territorio ai quattro angoli degli Stati di Utah, Colorado, New Mexico e Arizona, sui quali costruire basi sotterranee conosciute come DUMBs (Deep Underground Military Bases).

Da queste postazioni sotterranee, i Grigi sono in grado di perseguire i loro obiettivi con molta più facilità e discrezione, disponendo di località riservate ove condurre i rapimenti di esseri umani, lontano dallo sguardo di eventuali testimoni.

Questa teoria, conosciuta come “Teoria dello scambio di tecnologia tra gli Alieni e il governo degli USA”, è attualmente molto popolare fra coloro i quali credono che il governo USA (con la complicità delle altre maggiori nazioni mondiali) stia sistematicamente mentendo circa il suo coinvolgimento con il fenomeno UFO. La politica del cover-up (insabbiamento) viene perseguita dai governi mondiali classificando molte informazioni ed usando nel contempo tattiche di disinformazione per screditare i testimoni agli occhi dell’opinione pubblica facendoli apparire come imbroglioni o instabili mentali.

La tecnica della disinformazione viene utilizzata in diverse forme e gradi : dalla propaganda governativa, che mente circa le proprie attività, alla minaccia per tacitare i testimoni, alle molte voci esplicite di “ricercatori” che cercano di convincere il pubblico che non esistono cose come il fenomeno UFO o la vita extraterrestre. Questi “Debunkers” – o negatori di ufficio – usano ogni giustificazione, non importa quanto inverosimile o impossibile, per cercare di spiegare tutti gli avvistamenti .

Esistono molti documenti e testimoni oculari, attualmente a disposizione degli studiosi, in base ai quali il governo degli U.S.A. è – direttamente o indirettamente – coinvolto in continue cospirazioni, dall’evento di Roswell all’assassinio di John Kennedy. Il novero complessivo dei documenti e delle testimonianze ci porta, sempre ed invariabilmente, alla medesima inquietante conclusione : l’esistenza di un Governo Ombra che dirige, dietro le quinte della politica internazionale, il destino delle masse.

Il Congresso degli Stati Uniti, per quanto ne sappiamo, non è stato profondamente infiltrato, in quanto i suoi membri vengono eletti dal popolo. L’infiltrazione del Governo Ombra è invece possibile rispetto a molti ufficiali di nomina governativa. Non è del tutto escluso, peraltro, che diverse agenzie governative possano indottrinare (corrompendoli o ricattandoli) i candidati e allestire elezioni per ottenere membri del Congresso che favoriscono i loro piani.

Le attività del Congresso degli U.S.A. tuttavia appaiono al di là di ogni sospetto, eccetto per lo scambio usuale (e fisiologico) di favori durante la campagna elettorale.

Se i Governi sono per la maggior parte salvi da profonde infiltrazioni di potere occulto, ciò è dovuto principalmente al fatto che il Governo Ombra deve, per poter rimanere segreto, essere necessariamente costituito da un piccolo gruppo.

Assumendo la completa direzione dei governi statali, i membri del Governo Ombra potrebbero non solo pericolosamente incrementare le possibilità di scoperta circa il numero effettivo di persone direttamente o indirettamente coinvolte, ma anche causare problemi alla conservazione del loro predominio.

Il numero delle persone che ha un accesso diretto ai leaders di tale gruppo potrebbe aumentare esponenzialmente rispetto al numero di essi.

Questa eventualità potrebbe sortire l’increscioso effetto di aumentare drasticamente le possibilità di un’accidentale scoperta pubblica della loro esistenza.

Di conseguenza, un “Governo Segreto” potrebbe funzionare al suo meglio a livello nazionale realizzando indisturbato il progetto che si è prefisso.

L’intento finale di questo ampio e articolato progetto potrebbe essere:

• Una popolazione che tende, complessivamente, a considerare chiunque studi il fenomeno UFO – nonché i testimoni di esso – un pazzo o, nella migliore delle ipotesi, un eccentrico .

• Un gruppo di addestrati agenti della disinformazione utilizzati dal Governo per confondere la mente del pubblico e tenerla lontano da questi ben concreti argomenti

• La relativa sicurezza nelle operazioni che potrebbero, altrimenti, essere viste dall’opinione pubblica con gran diffidenza. Ciò potrebbe infine essere l’esatto scopo perseguito da questo gruppo, poiché i suoi obiettivi come pure le sue attuali operazioni, devono essere tenuti necessariamente nascosti al resto della popolazione e del governo ufficiale.

I Messia dell’Umanità
Un’altra teoria, molto popolare tra gli adepti della filosofia New Age, tende a considerare i Grigi come la razza benevola che essi affermano di essere, il cui scopo ultimo sarebbe l’innalzamento dello sviluppo spirituale dell’intera umanità e la creazione di una società più perfetta.

Questa teoria ha trovato anche sostenitori tra coloro che affermano di essere in contatto con i Grigi e di ricevere informazioni circa le loro attività e sul perché esse vengano condotte.

Queste informazioni, tuttavia, appaiono essere – più che altro – il frutto di un’elaborata operazione di propaganda/disinformazione.

La teoria che stiamo esaminando ritiene che i Grigi provengono da una società il cui patrimonio genetico è ormai irrimediabilmente deteriorato. Uno scenario che ci ricorda la trama del film “la Guerra dei Mondi” in cui una razza proveniente da Marte, pianeta ormai morente, giunge sulla terra per sostituirsi agli umani nel dominio del globo terracqueo.

Il maggior limite della suddetta teoria e l’eccessivo semplicismo che la caratterizza: i suoi sostenitori affermano che i Grigi hanno parlato con loro esponendo le ragioni della loro presenza sul nostro pianeta. Essi stanno cercando di aiutare l’umanità e di aiutare se stessi per mezzo della salvezza del pianeta, poiché – secondo loro – la fine della terra è vicina e paventano un inquietante scenario fatto di grandi tempeste, terremoti, inondazioni, eruzioni vulcaniche, guerre, inquinamento, carestie e fame che fra breve spazzeranno via la faccia del nostro pianeta.

I Grigi affermano di sapere che tutto questo avverrà poiché essi non sono limitati dal tempo che scorre in una singola direzione, essendo in grado di spostarsi a volontà lungo il continuum spazio-temporale; essi, pur non potendo impedire che tutto questo accada, vogliono tuttavia prevenire (quale lodevole intento!) quanta più sofferenza possibile. Mentre essi sono qui, tuttavia, utilizzano il DNA umano poiché le loro provviste di materiale genetico sono state drasticamente ridotte, per ragioni non del tutto chiarite.

Ognuna delle teorie descritte ha le proprie varie fonti, e ciascuna pretende di avere le prove che la supportano a scapito dell’altra.

Tuttavia molti elementi in nostro possesso ci inducono a propendere per la prima teoria.

Molte delle prove a sostegno della cospirazione Governo/Grigi provengono da fonti governative e dall’attenta osservazione ed analisi delle attività governative negli ultimi cinquanta anni. La favola dei “Grigi benevoli” è stata diffusa dagli alieni stessi che hanno impiantato nelle menti dei loro addotti indiscutibili istruzioni ed idee da comunicare alla società in tempi differenti. Usando gli addotti come “registratori virtuali”, i Grigi affermano di essere qui per aiutare l’umanità a realizzare il suo pieno potenziale e per vegliare su di essa. Gli archivi del Governo, d’altro canto, ci dicono che i grigi sono abili bugiardi, e non vanno presi sul serio.

Questi dati provengono dai pochi pertinenti documenti venuti alla luce grazie al FOIA ( Freedom Of Information Act/legge sulla libertà di informazione), come pure da ex agenti del Governo (dei quali il più attendibile è il compianto colonnello Pilhip Corso), i quali asseriscono di avere rotto i giuramenti di silenzio decidendo di rivelare la verità.

D’altro canto è innegabile che il Governo sta anche attivando abili agenti della disinformazione, per cui diventa un’ardua scelta decidere se credere agli Alieni o al Governo degli Stati Uniti .

Se i Grigi stanno dicendo la verità, allora abbiamo poco da preoccuparci, eccetto per le attività dei nostri governi e le “sporadiche” abduction condotte con l’ausilio delle tenebre.

Se essi mentono, allora tutti noi siamo posti innanzi ad un grande dilemma: il popolo della Terra viene inconsapevolmente manipolato da due forze in accordo tra loro: dai Grigi e da almeno uno dei maggiori Governi del mondo, gli Stati Uniti d’America.

Nella seconda parte dell’articolo (di prossima pubblicazione) passeremo in rassegna le possibili motivazioni alla base delle abduction.

[ via Above Top Secret ]

Related Posts with Thumbnails

30 commenti per quento post

[…] fatti e testimonianze sembrano dimostrare che i Grigi siano realmente dei cloni. Questa non è una teoria nuova, ma […]

8 aprile 2008 | 15:38 | matteo

come piacciono a questo sito le teorie più disparate… ma pensare semplicemente che i governi conducano loro stessi esperimenti su umani e su veivoli da guerra spacciandoli per ufo per evitare di essere scoperti non è più semplice di scomodare mille razze con mille problemi di sterilità che nonostante grande tecnologia hanno bisogno di noi????

8 aprile 2008 | 21:29 | cevers

Vedi caro matteo e' dal 1947 anzi molto prima (quando i governi non esistevano ancora e icaro non volava) che siamo in qualche modo visitati dai grigi.Se negli ultimi 60 anni alcuni governi avessero compiuto e condotto questi tipo di esperimenti ed essere in possesso di questa tecnologia l' avrebbero gia conclamata per avere una supremazia militare di gran lunga superiore all'atomica.Di velivoli militari superiori attualmente esiste solo lo STELT l'aereo detto invisibile.In quanto per risposta al commento sopra di pingback dico che neanche il piu famoso clone terrestre che era la pecora Dolly non riusciva in qualche modo a fare la pecora .figuriomoci x fare i GRIGI

9 aprile 2008 | 12:20 | matteo

ciao cevers, innanzitutto l'aereo non si scrive stelt, ma stealth, e non è affatto un aereo invisibile.è un aereo che è capace di rifrangere le onde radar evitando di apparire sugli schermi degli stessi, ma visvamente è visibilissimo. oggi non è neanche più così utilizzato difatti oggi come oggi non riesce più a rifrangere le onde dei radar che utilizzano un sistema avanzato. inoltre tale aereo deve volare a determinate quote per poter utilizzare tale peculiarità. riguardo prima del 1947 dove sono le prove??? io voglio sottolineare che non sono contro l'esistenza degli extraterresti, di cui sono fermo sostenitore, specie nel periodo delle civiltà egizie e precedenti, ma oggi viene fatta una speculazione su tutto ciò, con storie divergenti ed esagerate. vedi autopsia aliena, ormai rivelatasi un falso, e via dicendo. riguardo gli esperimenti militari, la bomba atomica non fu mai rivelata, se non nel momento stesso in cui fu utilizzata. inoltre progetti di veivoli simil ufo esistono negli archivi nazisti e sovietici, di cui ci sono le prove essendoci dei progetti conservati e un filmato, fatto vedere da voyager su un veivolo simil ufo a decollo verticale sul principio dell elicottero. ma tornando all'ipotesi che siano progetti segreti, tu credi che noi sappiamo tutto quello che viene progettato? allora teoricamente dovremmo sapere cosa cè nell aerea 51 eppure non si sa con certezza. allora puoi capire che un segreto puà essere mantenuto, sopratutto se il rivelare tale segreto può scatenare l'ira o la preoccupazione di altre nazioni, che ipotizzano un tuo attacco nei loro confronti! è logico che per non alterare l'ordine mondiale sono stati stipulati trattati di non belligeranza e soprattuto di non riarmamento come di divieto di esperimenti militari. un eventuale rivelazione del segreto creerebbe un caos mondiale. certo io credo che alcune nazioni a vicenda sappiano degli esperimenti condotti, e siano accordati per collaborare.

riguardo la pecora dolly essa era una pecora in tutto e per tutto, l'unica problematica era che essendo stata clonata da una pecora anziana mori presto… e i cloni dei grigi saranno fatti dai grigi non da noi!

comuqnue lieto di confrontarmi con chi è interessato a farlo.

9 aprile 2008 | 20:44 | cevers

E bravo Matteo adesso mi piaci di piu.

9 aprile 2008 | 21:06 | ...

a matteo

anche io credo che sotto molti avvistamenti ci siano degli esperimenti militari ma nn posso credere che degli esperimenti possano spiegare tutto sui dischi volanti,anche perchè i dischi volanti si vedono nei cieli da tanto tempo,e se i disch volanti che sono stati avvistati nella seconda guerra mondiale fossero stati degli esperimenti non vedo perche se noi avessimo delle tecnologie tanto sviluppate già da 50 anni ora ci troveremmo a combattere ancora con gli aerei convenzionali.nn capisco nemmeno perchè i governi negano così selettivamente ogni tipo di testimonianza sull esistenza degli UFO,e nn capisco neanche percè l area 51 è così protetta se quello ke fanno tratta semplicemente degli esperimenti militari,insomma DEI SEMPLICI ESPERIMENTI MILITARI!!mi sembra un po troppo semplice …

10 aprile 2008 | 10:45 | matteo

ciao ti spiego perchè tutto rimane occulto.

se la popolazione, o altre nazioni sapessero di tali esperimenti, si interpreterebbe il tutto come una corsa agli armamenti o simili.

senza contare che ci sono casi in cui addirittura esperimenti civili non vengono allo scoperto, vedi macchine a idrogeno che esistono alla fiat da 30 anni e nessuno tira fuori perchè cè una sorta di mafia dei petrolieri.

premesso che gli stati tra loro sanno di questi esperimenti, capisci che se come nel caso della bomba atomica, è meglio tenerla al segreto fino ad usarla.

senza contare che i nazisti hano progetti di veivoli ufo come i sovietici contenuti in archivi presenti in germania, con relativi disegni. addirittura ci sono filmati dei sovietici su esperimenti del genere.

potrei elencarti altri mille motivi per cui tutto viene tenuto segreto, e farti mille paragoni al riguardo, come con i termovalorizzatori che ci spacciano come salutari e invece sono nocivissimi, ma noi non lo sappiamo, o più semplice dicendoti che una copertura del genere li libera da spiegazioni all'opinione pubblica sopratutto negli esperimenti sugli umani. difatti in alcuni soggetti sono stati rinvenuti chip interni sofisticatissimi impiantati dopo rapimenti, ma tali chip erano fatti con materiale e tecniche terrestri, anche se estremamente avanzate.

se non sei convinto posso aggiungere, come ho detto già, che ho un amico in aeronautica, ormai in pensione che mi ha mostrato prove di esperimenti sugli ufo, poi libero di crederci o meno, tanto come ha detto lui, il segreto militare è previsto, ma sono tanti a dire ciò e nessuno gli crede proprio per questa copertura con gli ufo…

ps: la bomba atomica non lhanno mai annunciata se non prima di usarla,eppure era pronta da anni. e ti accorgerai che numerose innovazioni non sono state mai annunciate prima di essere usate.sopratutto in campo bellico.

combattere con aerei convenzionali ancora accade poichè il costo di un veivolo di tale tipo è nettamente superiore, senza contare che non è ancora idoneo a tale uso. i governi negano lesistenza degli ufo perchè gli fa gioco, un pò come nel gossip dove uno dice no non sto con quella persona cosi uno si incuriosisce e dice che nega perchè invece è quella la realtà.

se dicesse si si esistono non ci sarebbe questa ricerca della verità che quasi acceca.

in ogni caso il mio amico ha specificato che lui parla di esperimenti dalla guerra in poi, precedentemente ogni traccia di ufo, vedi nazca e piramidi per lui sono reali.

anche se per lui erano le stesse civiltà ad avere quel grado di tecnologia e magari collegamenti extraterrestri

10 aprile 2008 | 19:05 | rtz

Interessanti ipotesi.

Io ne ho un'altra, la riporto ma non è la mia e sicuramente la conoscete:

Esistono molte razze di alieni ognuna si è fatta il proprio giardinetto in una nazione.

Tutte però cooperano, militari compresi, per il grande progetto ossia avere la possibilità di vivere in eterno.

Per farlo quello che serve a loro è qualcosa contenuto nel DNA umano.

Non tutti gli umani hanno questa caratteristica.

Scenario prossimo futuro:

Invasione di una razza aliena della terra, i governi li combattono ma con scarsi risultati.

Arriva un'altra razza aliena, buona, che ci salva.

La razza buona si porta via tutti quelli che gli servono per continuare il progetto il resto muore.

10 aprile 2008 | 20:31 | matteo

mi sembra un pò da film… ricorda le teorie sugli eloim e su rael, non so come si scrivono, ma più o meno il concetto di vita eterna e via dicendo… il problema che ad oggi non cè una prova fisica, ovvero al tatto dell'esistenza degli alieni, se non foto, testimonianze e filmati che possono essere effetti speciali. e quando si parla di ufo si parla di oggetti non identificati, mica di alieni per forza!

anche gli stessi impianti rilevati nelle persone, sono molto sofisticati, ma tutti di materiale terrestre lavorato con metodi terrestri… insomma andando per esclusione per ora di alieni cè solo la puzza di bruciato!

ma cmq non è detto che un domani questi arrivino davvero sulla terra!

10 aprile 2008 | 20:50 | ...

matteo,io rispetto la tua teoria,ma non la condivido per il semplice motive che da quando mi sono interesseto di ufo(nn ci credevo)ho letto e osservato molti documenti che provano l'esistenza degli alieni(sono150.000 documenti,ma nn li ho visti tutti…) e ho notato è alta la probabilità che molti esperimenti militari siano stati scambiati per ufo ma nn posso mantenere la stessa convinzione sugli incontri del terzo tipo,i cerchi nel grano,gli incontri del secondo tipo,e molte testimonnze di persone attendibili .

inoltre ti invito a dare un occhiata al majestic 12 e a endere in considerazione la trasmissione della bbc in cui qualche anno fa è stato sospeso il programma dopo essere stato tolto l'audio a causa di un accenno a un "segreto" di un ospite,pensaci…

11 aprile 2008 | 11:10 | matteo

ciao, allora ti posso dire che sugli incontri di vario tipo io ho un amico matto per gli ufo che un giorno mi ha raccontato che ha incontrato rettiliani. per 5 anni lo ha sostenuto, poi ha cambiato idea passando tra i raeliani e ha ammesso aveva inventato tutto. io per gli incontri la vedo cosi, puoi dire quello che vuoi, finchè non porti prove materiali non posso dirti si è vero.

per i cerchi nel grano questo è un bel mistero… e potrei anche essere più aperto al riguardo, ma anche qui è un fenomeno piuttosto recente, e sono presenti dei falsi, insomma è opinabile come fenomeno, ma è ancora sotto studio quindi aspetto sviluppi..

io ammetto di più contatti alieni tra i popoli antichi che oggi. in ogni caso riguardo la pietra dell astronauta è lunico reperto che giudico non rappresenti una nave aliena poichè alcuni studiosi lhanno capovolto e si capisce che è un altare sacrificale. infatti capovolto anche i geroglifici sono meglio leggibili..

cmq io credo esistano gli alieni, ma non sono quelli che ci vogliono far vedere. anche perchè sono troppo disparati i contributi fornitici.

in ogni caso apprezzo il tuo intervento e sono apertissimo ad ammettere di fronte a prove concrete la loro esistenza

11 aprile 2008 | 14:37 | ...

purtroppo i documenti e le prove nn te li posso mettere tutti in un piccolo spazio per i commenti(sto già esagerando a sostenere uno pseudo dibattito,figuriamoci se ti mettessi migliaia di documenti…),ti dovresti leggere almeno un libro per dei veri e propri documenti e testimonianze…

comunque puoi trovare qualcosa anche in rete se cerchi un po…

ps:ci sono molti falsi che circolano…,ma basta essere pazienti e si può che trovare qualcosa di interessante…(volendo puoi trovare qualcosa anche in questo sito…)

11 aprile 2008 | 15:44 | ...

prova anche ad andare su siti amici(ufoonline in particolare…)

14 aprile 2008 | 12:48 | matteo

no ragazzi, io per documenti intendo documenti veri non dichiarazioni, o fogli con scritte qualsiasi cosa e via dicendo… documentazione si intende video con loro che parlano con bush o similari, pezzi di loro pelle, un pezzo di astronava eccetera… anche il priorato di sion ha documenti, anche su gesu abbiamo documenti(la bibbia), anche sulla discesa sul suolo lunare abbiamo documenti, ma non danno la certezza… quando si diceva la terra è piatta cerano molte mappe che lo asserivano ma era falso… abbiamo dovuto volarci intorno per verificare che fosse sferica… insomma documenti veri, perchè come siti amici ce ne sono molti nemici che asseriscono, con prove pari a quelle di altri, l opposto…

servono documenti inconfutabili, perchè ripeto io di siti ne vedo moltissimi, e i siti amici, e anche questo, aPPEna hanno la possibilità di asserire, sulla base di un documento confutabile, che esistono gli ufo lo fanno. e lo stesso all opposto fanno i siti nemici con documenti altrettanto validi… io credo di più al mio amico nell aeronautica che non deve farsi notare e mi dice in via confidenziale che ha visto esperimenti bellici con gli ufo protagonisti, ma ufo creati da noi…

e credo più a lui che mi ha mostrato sue foto con il cell e che non ha dato pubblicità a tutto questo, e che sono 60 anni che non dice cazzate ai miei, i quali sono molto disincantati(io ne ho 26 è un caro amico di famiglia)… non avrebbe motivo di dirmi cavolate… è un documento per me molto più valido, anche perchè di falsi perfetti se ne trovano in giro…

se poi avete un documento assoluto, inconfutabile, e per me equivale a un pezzo di qualcosa analizzato da un ente governativo o gruppo serio di studiosi che mi dicono è fatto di materiale non terrestre allora ok… ma non ne ho mai visto uno cosi, solo persone che dicono si si questo è alieno in base a studi fatti da un pincopallino qualsiasi, e altri che invece dicono lopposto…

14 aprile 2008 | 13:13 | matteo

da "UFO Notiziario" Nuova Serie – N. 31 dell'Aprile 2002

Lungamente si è discusso sulla reale natura, e sugli operatori, delle fantomatiche abductions. Se da una parte è forse plausibile identificare, in via teorica, una matrice aliena al di sotto dei rapimenti, è altresì emerso che dietro alcuni di questi si potrebbe celare un intervento prettamente terrestre.

Il rapimento operato da esseri di presunta origine extraterrestre ha suscitato, nell'interesse collettivo, molto fascino e paura. La possibilità, seppur remota, che un essere differente da noi possa penetrare nella nostra camera da letto e possa muoversi indisturbato ed operare su di noi qualsiasi manipolazione intenda, ha risvegliato in molte persone una paura totalmente nuova e inaspettata. Il trauma e lo shock operanti nel soggetto presumibilmente rapito potrebbero essere, in alcuni casi, devastanti per la sua mente.

Se da un lato la psicologia odierna ha in parte tentato di spiegare le possibili matrici cognitive alla base dell'insorgenza di determinati stati, che porterebbero alla "materializzazione" di esseri alieni, dall'altra parte le prove riguardanti tali rapimenti si stanno presentando sempre di più.

Il nostro obbiettivo, in questo studio, non sarà quello di negare categoricamente l'abduction aliena, plausibile in via teorica, ma quello di presentare al lettore una nuova possibilità interconnessa con questa tematica.

Ricerche di frontiera hanno permesso negli ultimi anni di comprendere meglio alcuni fattori psicologici, e chimico-biologici, che potrebbero essere alla base di manifestazioni oggettivamente non reali ma vissute come tali dal soggetto.

L'omogeneità nei racconti dei presunti addotti ha fatto ipotizzare, da parte di alcuni studiosi, che dietro queste manifestazioni si possa celare un disturbo psicologico di natura ignota. Non è da escludersi che dietro alcuni casi possano effettivamente nascondersi tali disturbi, o volontà di mera mitomania, ma non possiamo liquidare come tale tutta la casistica e tutte le testimonianze che sono state apportate nel corso dei decenni.

Le tipologie che incontriamo nei soggetti presumibilmente rapiti sono tra le più varie. La letteratura specifica ci presenta persone di tutti i ceti sociali, da quelli più bassi, a laureati e uomini di prestigio. Inoltre, in molti casi, è possibile riscontrare la totale ignoranza, ovvero negazione, del fenomeno ufologico in primis, e dei rapimenti alieni.

Questo ci potrebbe condurre ad ipotizzare che, escludendo eventuali psicopatologie, dati significativi possano essere rilevati attraverso opportune batterie di test, e sedute cliniche, per poter capire se esista realmente un fenomeno che sfugge ancora alla nostra comprensione, un fenomeno che in oltre trent'anni è dilagato in tutti gli angoli del mondo.

La scienza e le abductions

Le ricerche condotte fino ad oggi ci presentano, nel fenomeno delle abductions, due scenari plausibilmente sussistenti. Possiamo riscontrare testimoni che effettivamente potrebbero avere subito rapimenti da parte di creature aliene, nonché testimoni che nelle loro descrizioni presentano scenari plausibilmente più terrestri.

L'esistenza di un possibile collegamento tra una stimolazione attraverso onde elettromagnetiche (che quindi potrebbero essere amplificate da un microimpianto) e determinate stimolazioni cerebrali è stata ampiamente dibattuta e presentata dal Dr. P.C.. Questa, come altre ricerche, stanno conducendo gli studiosi verso nuovi orizzonti nei quali sarà possibile studiare strane e nuove fenomenologie.

A seguito di numerosi riscontri effettuati, siamo stati sorpresi nel constatare come parte della tecnologia utilizzata dai presunti rapitori alieni possa essere trovata nell'infinito mondo della medicina e della biologia.

La nostra scoperta, che ci ha condotto alla realizzazione di questo studio, prende infatti spunto da un casuale ritrovamento durante le nostre ricerche.

Mentre stavamo effettuando normali approfondimenti presso diverse università americane, a livello telematico, siamo incappati in un pagina nella quale si presentava un'avvincente, ed innovativa, tecnica per asportazioni neoplastiche chirurgiche, o per eventuali innesti a livello della ghiandola pineale. Stupefatti da questa ricerca, e dalle sue eventuali implicazioni, abbiamo cercato di raccogliere quanto più materiale avessimo potuto trovare.

La ricerca in esame è stata condotta presso l'Università di Pittsburgh e dello Utah.

Autore di uno studio fondamentale è un ricercatore di origine cinese, il Dottor Hae Dong Jho (M.D., Ph.D.) neurochirurgo del Center for Minimally lnvasive Neurosurgery, Dipartimento di Neurochirurgia, dell'Università di Pittsburgh.

Dopo decenni di ricerche e sperimentazioni, gli studi condotti da questo neurochirurgo hanno portato verso alcune applicazioni veramente sensazionali. Lo strumento e la tecnica ideati dal Dottor Jho (vedi articolo: "La tecnica del dottor Jho" n.d.Edicolaweb) si presentano come futuristici per il mondo della medicina ma realizzabili per quello della tecnologia.

Studiando i lavori di questo ricercatore abbiamo riscontrato alcune analogie significative che ci hanno richiamato subito alla mente alcune tecniche utilizzate sui presunti rapiti. Attraverso un pistola ad aria compressa è infatti possibile oggi creare un piccolo foro nella narice destra (vedi le correlazioni con la letteratura sulle abductions), non intaccando il tessuto epiteliale o le mucose presenti nel naso, attraverso il quale far passare la piccola pistola fino a condurla verso la ghiandola pineale.

Questo metodo evita l'apertura della scatola cranica, tecnica precedentemente utilizzata per operazioni di questo tipo, ma passando attraverso l'osso sfenoide che viene forato in un piccolo punto. Tale tecnica è stata sperimentata in soggetti affetti da devastanti, nonché rare, forme tumorali. Le tecniche utilizzate precedentemente non permettevano, nella maggior parte dei casi di ottenere buoni risultati a seguito dell'operazione.

La tecnica sperimentata dal Dottor Jho risulta essere invece poco invasiva e ad alto tasso di riuscita.

È curioso notare come a seguito di tale operazione non rimangano tracce visibili, se non delle epistassi omolaterali (sanguinamenti) dalla narice destra.

Questo ci riconduce alla letteratura sulle abductions in cui possiamo appunto ritrovare tali sanguinamenti.

L'abrasione del tessuto parenchimatico della mucosa nasale provocherebbe, infatti, la perdita di sangue dal naso osservata sia nei presunti addotti sia nel sistema del Dottor Jho. Questa tecnica, per stessa ammissione del ricercatore, potrebbe essere anche utilizzata per ben più ampi risvolti, quali l'inserimento di microchip a livello crarico.

Ricerche di questo tipo non sono nuove in ambito militare.

Lo studioso Robert Tickler ha, fin dai primi anni Novanta, depositato numerosi brevetti che chiamavano in causa tecniche e sperimentazioni simili, ma utilizzate per scopi ben differenti.

I brevetti di Tickler infatti prevedevano di utilizzare microchip innestati a livello della ghiandola pineale. Tali impianti potevano modulare onde elettromagnetiche al fine di monitorare e localizzare i soggetti portatori in tutto il mondo. Tali esperimenti avrebbero condotto, attraverso determinate modulazioni elettromagnetiche, anche alla produzione di particolari sostanze chimiche negli organismi impiantati.

Le interconnessioni che le ricerche di questi due studiosi sembrano avere potrebbero effettivamente uscire dai racconti dei soggetti che affermano di essere stati rapiti da esseri extraterrestri.

È bene sottolineare ulteriormente che non escludiamo a priori l'intervento di esseri esogeni al nostro pianeta, e quindi loro eventuali rapimenti, ma dobbiamo con uno spirito critico e scientifico anche affrontare e ricercare eventuali similitudini, nonché vere e proprie correlazioni con la tecnologia terrestre.

Il lavoro compiuto da Tickler non è però l'unico del suo genere e infatti, nell'ambito delle ricerche sulla stimolazione neuroelettrica, si contano non meno di 110 studi ufficiali, tutti di alto valore scientifico, pubblicati dalle più importanti riviste del settore e dai più importanti centri di ricerca.

Studi di questo tipo sono stati condotti almeno fin dai primi anni Settanta, quando cioè si cercò di curare alcune malattie fisiologiche e psicologiche attraverso una modulazione in loco di segnali neurali.

Durante le nostre indagini siamo riusciti, però, a trovare anche un altro centro R&D (Ricerca e Sviluppo) molto importante che da non meno di venti anni studia, ricerca e costruisce microimpianti cerebrali. Si tratta del Center for Neural Communication Technology dell'Università del Michigan. Questo centro ha svolto, e sta svolgendo, importanti ed interessanti studi nella realizzazione di microchip neurali che possano assolvere funzioni perdute o danneggiate dal nostro cervello. Queste ricerche, e sperimentazioni, sono state condotte poter registrare le attività del sistema nervoso centrale e per poterlo stimolare in maniera mirata. Lo scenario ci riconduce verso le ricerche cui abbiamo fatto riferimento precedentemente.

Presso l'Ufficio Brevetti americano sono depositati centinaia di brevetti riferiti alla stimolazione a distanza del cervello, metodi e sistemi per alterare la coscienza, sistemi per localizzare e inabilitare persone. La maggior parte di questi brevetti chiamano in causa l'inserimento di microchip a livello cranico o periferico.

La domanda che sorge spontanea a questo punto è perché i militari, o il governo americano, dovrebbero divertirsi ad innestare questi sistemi nei loro cittadini e perché, se esiste effettivamente una fenomenologia abductions di origine extraterrestre, esistono così poche prove.

Per quanto riguarda la prima domanda è bene ricordare che gli Stati Uniti, come anche altri paesi, hanno da sempre condotto esperimenti e ricerche, più o meno segrete, che si riferiscono al controllo e alla manipolazione degli individui.

Non si tratta, come si potrebbe pensare, di una trama per un film, ma di esperimenti reali che sono stati documentati e che sono stati denunciati al Congresso degli Stati Uniti.

Per quanto riguarda la seconda domanda, senza compiere voli pindarici, possiamo unicamente registrare la presenza di una vasta quantità di dati non spiegabili associati ai soggetti presumibilmente rapiti.

Vari rapimenti, indagati da ricercatori della caratura di John Mack e e Budd Hopkins, lasciano interdetti anche i migliori scettici.

Se a questi dati sommiamo anche gli studi e le analisi compiute dal Dottor Roger Leir su presunti impianti di origine extraterrestre (le analisi condotte su alcuni microimpianti lasciano effettivamente stupefatti) abbiamo un quadro abbastanza ampio di fenomenologie interconnesse, ma che rimangono senza spiegazioni soddisfacenti.

Le cicatrici riportate, le operazioni cui sarebbero stati sottoposti alcuni addotti, la presenza di sintomi riconducibili ad esposizione a radiazioni e tanti altri fattori, sommati ad altre particolarità riportate dopo presunti rapimenti, non trovano la minima spiegazione sia nel campo scientifico che in quello psicologico.

Lo scenario che abbiamo fin qui delineato potrebbe condurci a credere che il fenomeno delle abductions possa effettivamente far parte di un più vasto progetto di studio di matrice governativa o militare. Non possiamo però altrettanto escludere che una ipotetica razza extraterrestre, che ci visitasse, potrebbe prelevare dei campioni umani per fini di studio e per sottoporli a vari test.

La letteratura delle abductions, per quanto vasta e dibattuta, ci presenta però al contempo casi che ci fanno escludere, dopo un'attenta indagine, eventuali scenari extraterrestri. E ci presenta altresì condizioni, testimonianze, tracce e fenomeni che sono spiegabili quasi unicamente attraverso l'ipotesi extraterrestre.

Nel più ampio ventaglio di ricerche presentate nel corso degli anni da diversi autori, vogliamo brevemente ricordare una ricerca condotta nel 1999 dai coniugi Lammer e sfociata nella pubblicazione del libro "Milabs: military mind control & alien abduction". Aspramente criticato, il libro sottolineò l'evidente connessione tra alcuni presunti rapimenti alieni e alcune operazioni, e progetti, militari-governativi americani.

Le ricerche condotte dai due coniugi fecero ulteriore luce su una serie di strutture, tecniche e sistemi che potevano essere ricondotte alla fenomenologia delle abductions.

Questo, secondo i detrattori di tale teoria, potrebbe comprovare l'ipotetica matrice terrestre dei rapimenti alieni, che si sommerebbe a quelle ipotesi che chiamerebbero in causa disfunzioni psicocognitive di vario genere per spiegare la fenomenologia.

Questo approccio si dimostra però come quanto di più sbagliato e ascientifico ci sia.

Come abbiamo infatti detto precedentemente, la fenomenologia delle abductions è talmente vasta e variegata che manifestazioni ricollegabili ad interventi terrestri non possono spiegare appieno la vastità e complessità del fenomeno.

Passiamo a vedere ora come ipotetici apparati governativi potrebbero assolvere compiti simili a quelli che vengono imputati ai rapitori alieni.

I brevetti, precedentemente citati, realizzati da Robert Tickler, sfruttano le più avanzate tecnologie per condizionamenti a livello neurale. Attraverso una rete estremamente ampia di ponti satellitari il brainradio (di appena 10 mm di grandezza) può rintracciare e monitorare una persona in ogni angolo del mondo. Tale trasponder viene alimentato, per buona parte, dall'energia elettrica creata dal nostro corpo, che lo mantiene in uno stato di latenza/standby, e soprattutto dall'energia contenuta nella portante dell'onda radio inviata per attivarlo.

Il sistema non ha così bisogno di una alimentazione integrata, e risulta praticamente eterno.

Se vediamo la tecnica utilizzata dal Dottor Jho e vediamo le immagini che corredano il brevetto di Tickler ci rendiamo subito conto come siano presenti in entrambi le stesse tecnologie, cioè pistole estremamente sofisticate in grado di inserire, a livello cranico, dei trasponder.

Questi progetti erano un tempo parte dei ben più vasti ARTICHOKE e MKULTRA Projects, realizzati dalla CIA, e da altre agenzie americane, per studiare metodi di controllo e di manipolazione mentale su soggetti umani. Se poi ci riferiamo alle ricerche e alle sperimentazioni condotte presso l'Università del Michigan, vediamo delinearsi un quadro quanto mai significativo.

Attualmente esistono tecnologie che sono rintracciabili nel più ampio contesto della letteratura sulle abductions. Nei presunti rapimenti alieni possiamo altresì ritrovare dati significativi che non sono plausibilmente associabili a presunte interferenze terrestri. Tutto ciò ci trasporta in un mondo fantastico ed incredibile che fino ad oggi ha permesso a chiunque di esprimere la propria opinione.

Lo studio di questa problematica non deve esplicarsi attraverso la censura o la ghettizzazione dei dati, ma attraverso i motori che la scienza ci permette oggi di utilizzare, al fine di ottenere una comprensione migliore del fenomeno.

Le vere abductions

Agli inizi degli anni Novanta l'organizzazione Roper effettuò un'analisi statistica su un campione di 5.937 soggetti, ai quali vennero poste 11 domande su esperienze insolite e connesse all'ufologia. I dati che ne risultarono scioccarono sia il mondo dei media che quello accademico.

Un americano su 50, secondo i dati ottenuti, nel corso della sua vita ha avuto almeno un I.R. (Incontro Ravvicinato, class. Hynek).

I detrattori hanno però affermato che il campione preso in oggetto non poteva essere attendibile, perché stimando una popolazione di 185 milioni di persone, l'indagine Roper è stata rivolta solamente allo 0,032% della popolazione americana. Un campione davvero insignificante.

Queste conclusioni non devono però scoraggiare. La ricerca sulla fenomenologia della abductions è ancora agli albori di un campo di studi che merita l'attenzione, oltre che degli interessati, della comunità scientifica.

Nel 1992, presso una delle più prestigiose università americane, il M.I.T. (Massachussets lnstitute of Technology), si è tenuto il primo congresso scientifico interamente dedicato alla fenomenologia delle abductions, accreditando così un riconoscimento alla materia in questione.

Un team di esperti si riunì per esporre l'esito di anni di ricerche e per cercare di creare una sinergia operativa e di ricerca.

Ci troviamo ora davanti ad un bivio, di fronte a cui potremmo rimanere interdetti. Se da un lato è d'obbligo usare il condizionale quando si parla di certi argomenti, è altresì fondamentale comprendere come buona parte delle informazioni riportate siano concretamente reali e non facciano parte del mondo fantastico della fantascienza.

Essendo generalmente accettato che i casi ufologici, propriamente detti, rappresentano circa il 10% (se non meno secondo alcuni ricercatori) di tutta la casistica, possiamo estendere anche queste stime al campo delle abductions? Il rimanente 90% a che cosa sarebbe imputabile?

Potremmo, in via del tutto ipotetica, congetturare che quel 5-10% possa realmente essere ricollegabile ad un'operazione aliena di studio nei confronti della nostra razza (vari fattori potrebbero supportare tale ipotesi); e potremmo ipotizzare, allo stesso modo, che la restante percentuale sia imputabile ad una vasta quantità di variabili tra cui: studi illeciti condotti da enti militari o governativi, psicopatologie, mitomanie, ecc.

Si tratta però solamente di ipotesi.

L'impegno futuro in questo campo dovrà esplicarsi in uno studio attento e scientifico di questa fenomenologia – senza estremismi di parte – e con una mente aperta verso nuove possibilità e nuove scoperte.

Gli studi e le ricerche stanno continuando, l'intento di capire la matrice di questa fenomenologia sta diventando sempre più importante e solo una coesione di forze, tra ricercatori e studiosi, potrà permettere di indirizzare i nostri sforzi verso una maggiore comprensione di questo fenomeno.

15 aprile 2008 | 23:30 | ...

so di sembrare insistente…tuttavia non posso fare a meno di sostenere la mia teoria(e non solo mia)..

purtroppo nn ti posso mostrare un astronave aliena con tanto di equipaggio che fa ciao cn la manina come desidereresti tu…ma a quanto pare nemmeno tu mi puoi mostrare un velivolo terrestre in grado di volare a centinaia di migliaia di km/h.

sono convinto che tu abbia ragione a credere al tuo amico…ma puoi ammettere che le prove che hai a disposizione nn sono piu di quelle che hanno a disposizione gli ufologi(a meno che tu nn abbia 150.000 video a sostegno della tua teoria).

per quanto riguarda questo commento che ce qui sopra…è semplicemente un "documento"scritto…

15 aprile 2008 | 23:42 | cevers

Faccio riferimento al bel servizio qui sopra offertoci da Matteo per esplicare alcuni miei pensieri e considerazioni dopo aver letto l'articolo.Premetto che sono credente e certe teorie che ogni tanto mi tormentano nel profondo cerco di mandarle via ma come ora,adesso in questo momento ritornano e li voglio esporre. Partendo da questi famigerati microimpianti terrestri stimolabili con onde elettromagnetiche atte a condizionare celebralmente l'adotto di turno potrebbero essere statiimpiegati pure per i vari Beati che sono stati protagonisti delle molteplici APPARIZIONI avvenute a partire dal basso medioevo ai nostri giorni. Tutte queste apparizioni hanno un comune denominatore che e' la totale assomiglianza nei fatti e nei contatti ripetuti per varie volte per ogni singolo caso.

15 aprile 2008 | 23:57 | cevers

parte 2 Pero' nel medioevo e all'inizio del secolo 900 nei 2 maggiori casi di apparizione ndr non penso esistesse una cosi complessa tecnologia senza nulla togliere o sminuire Tesla e i suoi imperativi brevetti.Ecco allora il dubbio e il dilemma.Chi poteva possedere questa tecnologia? Chi poteva apparire senza farsi vedere dalle folla presenti?Chi abduceva?Chi abducera' ancora? Chi lo sa' puo' spiegarmelo?

16 aprile 2008 | 11:59 | matteo

bè stiamo mischiando sacro e profano ora!! 🙂

scherzi a parte le testimonianze valgono come un pugno di mosche e il mio articolo era un semplice "documento" che voleva fargli vedere come sia facile scrivere qualcosa che dice il contrario di tutto. era una provocazione e spero che cosi abbiate capito il mio punto di vista…

a casa ho alcuni documenti e foto di ufo nazisti e la relativa storia, che non credo per ora veritiera ne falsa, ma per dire che di documenti ce ne sono mille, ognuno discordante tra loro…

quello che dico io è una cosa molto più semplice: dove non arrivano le prove arriva la logica: finchè non si hanno prove vere si dovrà accettare la realtà più semplice!

e la più semplice è la più vicina a noi, ovvero che siamo noi a fare esperimenti.

è molto più smplice questa teoria che immaginare 10 razze diverse tutte con problemi sessuali o con manie di conquista, con problemi genetici o tecnologia altissima ma carente solo in quel campo che tutte da noi vengono dopo essersi fatti viaggi interstellari di milioni di anni luce, per poi schiantarsi al suolo come degli scemi! la logica ci dice che tutto questo, SENZA PROVE INCONFUTABILI, è poco logico, ed è più logico, SENZA PROVE INCONFUTABILI, che la soluzione sia più semplice.

una sola cosa, di prove ce ne sono milioni in tutti i sensi, positivi e negativi, a sostegno della mia e della tua tesi, ma nessuna è definitiva… per questo io mi faccio aiutare dalla logica…

cioè se siamo in 3 in casa, è tutto sigillato e 2 muoiono accoltellati, al 99 per cento sono io, all 1 forse qualcuno che ha fermato il tempo, è passato per un muro, e mi ha accoltellato…

mia opinione

16 aprile 2008 | 14:18 | ...

e se tu fossi sicuro di nn aver accoltellato nessuno lasceresti che gli altri ti accusassero di un delitto o crederesti alla seconda ipotesi?(sempre se ho capito bene l'aneddoto…)

16 aprile 2008 | 14:24 | ...

comunque se è vero che dei tuoi amici(o chicchessiano)possiedono delle tecnologie del genere(a quanto pare nn inquinanti perchè nn lasciano scie o cose del genere…)

digli di darsi una mossa e renderle pubbliche perche a quanto pare nn resta molto tempo prima della nostra autodistruzione(nn ha nessun collegamento con il 2012…)

16 aprile 2008 | 16:57 | matteo

bè sul 2012 non ci credo affatto… e non è un mio amico che le possiede, bensi lo stato, lui era nell aeronautica.

in ogni caso laneddoto era con un altro senso… era che se un ispettore di polizia vede questo quadro del crimine e non ha altre prove se non che tutto era sigillato e sono lunico vivo concluderà che io sono lassassino! e che è piuttosto probabile che sia cosi… noi oggi non abbiamo prove reali e inconfutabili, cioè prove dove tutti e dico tutti non possono obiettare sugli alieni, come non le abbiamo su cristo, dio, e via dicendo… ma nella religione si crede e basta, nella scienza no… quindi finche l'ispettore non avrà la prova che cera un quarto li dentro che è passato attraverso i muri, ragionerà in maniera logica dicendo che il sopravvissuto è il colpevole!

16 aprile 2008 | 20:59 | cevers

Che stato? Quello ITALIANO? MA VA LA. Anche io ho un Amico che quando gli dico che c'e' un asino che vola alza la testa per vedere se davvero c'e'.

17 aprile 2008 | 10:41 | matteo

si ma se non lo vede poi ti manda a cagxxe ihihhhi

bè lo stato italiano insabbia benissimo anche lui, proprio di questi giorni è la notizia che diranno forse la verità su strani casi, come ustica o le stragi mafiose…

17 aprile 2008 | 11:04 | matteo

in ogni caso il mio amico è un caro amico di famiglia, comandante dell aeronautica, che mi ha fornito anche video fatti con il cell… quindi figurati… non è proprio il tipo da dire cazzate… e i video con il cell li ha fatti proprio perchè andava in pensione e proprio perchè era comandante quindi cerano momenti in cui se lo poteva permettere dato che ai subordinati non era consentito luso del cellulare…

17 aprile 2008 | 13:41 | ...

io credo alla genuinità dei video del tuo amico(anche se nn li ho mai visti)ma sono convinto che nn siano la prova che tutte le testimonianze provenienti da tuttto il mondo siano false e che nessuna civiltà extraterrestre si sia mamessa in contatto cn noi.

cmq è vero che lo stato possiede dei dischi volanti…infatti lo stato USA ne possiede molti…ma sono tenuti nascosti dall intelligence e nn sono stati fatti dagli umani…

spero ce nn resti troppi traumatizzato quando gli USAnderanno pubblico il contatto cn gli EBE…(PERCHE STANNO GIà PREPARANdo il diISCORSO MENO TRAUMATICO DA FARE ALLA POPOLAZIONE…)

17 aprile 2008 | 13:51 | matteo

ma io non ho mai detto che gli alieni non esistono, solo che oggi tutto è causa delgi alieni… io credo di più alla loro venuta nel passato che alle continue visite di oggi…

oggi ogni cosa che non si spiega sono alieni!

10 gennaio 2009 | 18:29 | diego

ciao secondo me gli alieni esistono punto e basta. 🙂

22 febbraio 2010 | 01:28 | ......

è ora di guardare in faccia alla realtà .. gli extraterrestri esistono ci sono moltissime prove ke affermano questa teoria , ma secondo me la prova più incredibile ke x tutti e classificata come stupida, insoddisfacente è quella delle testimonianze di persone ke hanno avuto la fortuna e la sfortuna di incontrare questi esseri …sfortuna xkè nel rivelare le loro esperienze la loro vita è andata distrutta dall ignoranza dell umanità … invidio quelle persono ke grazie a questi fantascientifici incontri , sanno , sono consapevoli di tante cose …guardando alcuni(xkè nn tutti sono sinceri) video e interviste di persone ke hanno avuto queste esperienze . sentirli raccontare ci si accorge ke sono sinceri , vedere negli okki alcuni piangere altri rattristirsi raccontando le proprie esperienze … è questo ke mi fa credere è questa la prova più evidente ma pultroppo da tutti sottovalutata

3 febbraio 2011 | 14:57 | roberto

salve.

Io ho visto un ufo tanti anni fa ed ero con la mia mamma ,e vi posso garantire se i militari Americani avessero creato una tale invenzione saremo gia´sotto al totale dominio Americano.

quindi io credo agli extraterrestri anche se non li ho visti direttamente(ho visto l´ufo ma non gli extraterrestri) ma che siano cattivi e si divertono sulla nostra pelle questo e´fantasia ,anzi se diamo colpa agli altri e´perche´vogliamo nascondere certe crude realta´del nostro Pianeta Terra,del tipo che moltissime persone vengono rapite e poche tornano a casa, e quando raccontano poco viene creduto ,che si tratti di bambini o persone ,ovviamente sto parlando delle sette e non di extraterrestri che a mio avviso sono oramai ben organizzate, dato che ne fanno parte personalita´politiche e eclesiastiche.

Lascia un commento






Migrare il contenuto del vecchio sito ha portato alla perdita di alcune informazioni, chiedo scusa anticipatamente agli autori di articoli e documenti qualora abbia, involontariamente, omesso di citarli.