Mag
15

La macchina del tempo esiste ed è in Vaticano

Inserito il 15 maggio 2006 da Roswell in Misteri

La notizia ha del sensazionale: in Vaticano verrebbe tenuta gelosamente nascosta una macchina capace di vedere il passato, attraverso una sorta di televisore. Uno strumento scientifico portentoso e fantastico, che potrebbe divenire pericoloso per l’intera umanità: il “cronovisore”, così si chiama la scoperta, captando gli eventi del passato, li farebbe vedere come si sono realmente svolti, svelando anche rischiosi segreti. La macchina sarebbe stata inventata da un ricercatore italiano, padre Pellegrino Alfredo Maria Ernetti, monaco benedettino, conosciutissimo esorcista, musicologo di fama internazionale e scienziato, vissuto a Venezia, nel convento benedettino dell’isola di San Giorgio Maggiore, dove è morto otto anni fa, nel 1994.
A rivelare la scoperta è un libro “bomba” appena pubblicato in Francia, a Parigi, dalle Edizioni Albin Michel: “Le noveau mystère du Vatican” (Il nuovo mistero del Vaticano”) del teologo francese padre Francois Brune. Brune è un personaggio assai noto in Francia: professore di teologia, ha pubblicato libri di notevole impegno, accolti sempre con grande interesse anche dalla stampa laica. Il suo nome, come quello della casa editrice, sono una garanzia di serietà scientifica e per questo il volume che ha dedicato al cronovisore ha riaperto congetture e discussioni infuocate, diventando una miscela esplosiva.
Della sconvolgente apparecchiatura aveva già parlato intorno agli anni ’70 lo stesso padre Ernetti in numerose interviste e pubblicazioni, e ai suoi allievi di prepolifonia al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia. La scoperta aveva suscitato un putiferio. Da una parte c’erano infatti sostenitori entusiasti: se era possibile rivedere il passato, la macchina avrebbe sciolto definitivamente tutti i dubbi restanti su eventi fondamentali che avevano cambiato la storia del mondo.
Dall’altra c’erano le persone spaventate: il cronovisore poteva rivelarsi uno strumento pericoloso per carpire segreti e mettere a rischio la sicurezza dell’umanità.
Le discussioni non finivano mai ed erano soprattutto gli uomini di Chiesa i più coinvolti.
Poi improvvisamente il benedettino si trincerò in un rigoroso silenzio, spiegando che aveva ricevuto ordini in proposito dal Vaticano, l’interesse andò lentamente scemando e dopo qualche anno della “macchina del tempo” non si parlò più.
Il libro di padre Brune rivela fatti inediti, retroscena incredibili, dettagli sconcertanti, indica nomi di personalità al di sopra di ogni sospetto, di scienziati famosi, indica date, circostanze precise, riporta documenti straordinari, lunghe conversazioni con padre Ernetti e il tutto, cucito insieme, diventa una valanga documentale cui è difficile fare opposizione.
Il volume dimostra con dovizia di prove che il cronovisore è realmente esistito, anche se l’argomento è, a detta dello stesso autore, ai limiti della fantascienza.
Negli anni ’60 un gruppo di scienziati, tra cui padre Pellegrino, sarebbe riuscito a captare le onde visive e sonore del passato concreto ter­restre, con una macchina che sa­rebbe in grado di ricostruire non solo i fatti e i detti della vita di cia­scuno, ma addi­rittura la storia.
La scoperta parte da un principio di alta fisica: ciascuno dì noi, a mano a mano che passano i secondi, nelle ore, nei giorni, nei mesi e negli anni della vita presente, lascia dietro di sé come una doppia scia, “visiva e sonora”, poiché ogni uomo altro non è che energia visiva e sonora. «Tutta la nostra ”fisionomia” -spiega Ernetti nel saggio “Bibbia, teologia; magia e scienza” del 1987- è energia visiva che si sprigiona da noi, dalla nostra epidermide, e tutte le parole che noi diciamo sono energia sonora. Ora, ogni energia, una volta emessa, non si distrugge più semmai si trasforma, però resta eterna nello spazio aereo. Occorrono strumenti che captino queste energie e le ricostruiscano in maniera tale da ridarci la persona o l’evento storico ricercato: quindi noi avremo tutto il presente nel tempo e nello spazio». Con il cronovisore, racconta Brune, il gruppo di scienziati guidato dal monaco benedettino fece ricerche dapprima su Mussolini, poi su Napoleone, quindi passò ad avvenimenti dell’età romana e assistette alla rappresentazione di alcune famose tragedie. Di una di queste, scritta da Quinto Ennio, che si intitolava “Thiestes” della quale si conosceva solo qualche breve citazione, trascrisse l’intero testo come venne recitato a Roma nel 169 a.C., durante i giochi pubblici in onore di Apollo. Padre Ernetti raccontò a padre Brune di aver visto anche tutto lo svolgimento della Passione, della morte e della Resurrezione di Cristo.
Nel suo libro Brune afferma che la macchina, composta da tre gruppi di elementi, si trova “sequestrata” in Vaticano. Padre Ernetti, spaventato dall’importanza incredibile della sua scoperta, si era confidato con i propri superiori e con le autorità vaticane C’era stata una riunione segreta con il papa e poi, di comune accordo, la macchina era stata ritirata e nascosta in Vaticano. A padre Ernetti era stato imposto di non fare più pubbliche dichiarazioni su quell’argomento, ma non gli era stato proibito di parlarne con gli amici in privato. E così aveva confidato tutto all’amico teologo francese.

[ via Il Gazzettino ]

Related Posts with Thumbnails

22 commenti per quento post

15 luglio 2007 | 00:31 | Carlo

Ma allora leggendo tutti gli articoli e guardando i vari video, mi viene da pensare che la nostra esistenza e tutta una grande menzogna, che non sappiamo chi siamo e da dove arriviamo, e abbastanza angosciante sapere che chiesa, governi, istituzioni, ci tengano all'oscuro da tutto e da chi.

29 luglio 2007 | 00:41 | Luxeterna

Considerate le affermazioni dell'ecclesiastico, per vedere la storia e il vissuto di un luogo bisogna catturare le onde sonore e/o visive che per il principio della conservazione dell'energia si sono trasformate, in cosa non è specificato. Pertanto ad esempio il prete per vedere la storia della vita intera di Cristo avrebbe dovuto trovarsi negli stessi identici luoghi dove Gesù passo millenni fa. Se è vero che la macchina si è sempre trovata in Vaticano, com'è possibile?

10 dicembre 2007 | 15:31 | giancarlo

mi pare proprio un'altra bella barzelletta per spaventare quei tre cristiani veri che rimangono in piedi, tra un'ostia e un bicchiere di quello buono.forse il vino era davvero troppo buono, ma e' utile ascoltare queste sciocchezze.non sono poi l'unico a essere fuori di testa e si apprezza sempre piu'la sfortuna, quando non si e'soli a condividerla.ma il libro lo leggo.le cazzate sono l'anima del mondo.e io non manchero'loro di rispetto.

28 ottobre 2008 | 22:19 | Andrea

Che cavolata!

Sorgono due grosse problematiche a riguardo.

Ammesso che esista, quale dovrebbe essere il punto di vista della storia da rivedere? Primo piano? Panoramica? Dall'alto? Da Dio?

E poi, in che modo puoi rivedere la storia di una singola persona? Con un parola d'ordine? Il riconoscimento vocale? Le impronte digitali? E con Cristo coma hano fatto? E con un dinosauro?

Ma per favore!

31 ottobre 2008 | 20:35 | LUCA

Il mio modesto parere è che a prescindere da tutto,il vaticano con rispetto parlando,à molti segreti che ritengono che non sia il tempo dirivelare al resto della terre,perchè si dice che non siamo ancora pronti,ma chi lo dice che non lo siamo?lo stesso discorso vale per gli UFO per quanto riguarda i potenti che non vogliono farci sapere niente Per me tutto è possibile sono un curioso voglio crederci che sia tutto vero e vi dico che sarebbe bello,perchè sarebbe una lezione di vita per tutto il mondo marcio in cui viviamo, alcuni meriterebbero una bella lezione dal SIGNORE o dai cosidetti UFO……vi saluto LUCA

30 marzo 2009 | 21:20 | Klaus

Alcuni qui dicono che sono tutte balle…eh gia. 100 anni fa dicevano la stessa cosa del volo: nessun oggetto piu pesante dell´ aria poteva volare. E come avrebbe potuto? Era piu pesante dell´aria, percio sarebbe caduto..( invece..)

Stessa cosa dissero i "dotti" del ´500..il mondo NON era rotonde e la terra NON girava attorno al sole…(invece..). La gente dira´: "Ma era ignoranza del passato.." ed invece no…lo era allora come lo e´adesso…e cioe per il solo motivo che una persona NON riesce a spiegare a se stessa perche un fenomeno accade (e se ci ruiscisse, sarebbe inventore) allora il fenomeno diventa automaticamente una burla…il vecchio fenomeno del deridere cio´che non si capisce. Oggi é ancora cosi.

Dico questo per portare "bilancio" al discorso. Ma sono d´accordo, che le teorie di cospirazione infondate esistono.

31 marzo 2009 | 01:46 | Lupin III

Ma possibile che non crediate a niente. Esiste. Quello che è strano è che non vi ricordate che dovete morire. Credete che sia tutto qui ? E allora perchè non uccidiamo tutti i ricchi, i potenti e facciamo un mondo migliore ? Perchè c'è la coscienza. Cos'è ? Energia ? Materia ? antimateria ? Tutte palle. Roba da altre dimensioni. La macchina esiste per forza, e ce l'avevano gli atlantidi. Chi ha dato a Ernetti il progetto ? Sicuramente in vaticano hanno qualcosa nei sotterranei che arriva dalla biblioteca di alessandria che "qualche" romano ha bruciato. Ma prima … hanno preso quello che interessava. E' tutto li, nei sotterranei. Ha, notizia per tutti: Cristo esiste !! Tuttora. Che sorpresa quando trapasserete …

8 luglio 2009 | 20:15 | Alex

Ecco un sito interessante che svela la verità su questa macchina…Ma come si fa a credere a cose dell genere….Vorrei però prima rispondere a lupin….Ne hai scritte di inesattezze….In primo l 'antimateria esiste,in secondo atlandide non e mai esistita…in terzo dubito che Gesù sia vivo….Su una cosa sono d'accordo con te che tutti dobbiamo morire,uccidendo tutti i ricchi cosa ne avresti nulla,perchè non è con la violenza che aggiusti le cose,anzi e l'esatto contrario.Credo che quando moriro,non ci sarà nessun Gesù,ne nessun san pietro,ma solo il buio eterno…il paradiso e solo una nostra invezione per credere che al di la della vita ci sia qualcosa….

ECCO IL SITO
http://www.massimopolidoro.com/ita/archivio/artic

27 luglio 2010 | 04:01 | Lo Gnomo

Mettiamo il caso fosse vero, io mi sono sempre chiesto quali siano i pericoli per l'umanità nel carpire segreti e scoprire come siano andati i fatti realmente nel passato?

Evidentemente qualcuno nasconde qualcosa….

Ragionando per assurdo (ma non tanto secondo una certa teoria di un certo Albert) un giorno inventeranno o tireranno fuori stà famigerata macchina del tempo e si verrà a scoprire che gli antenati dei fratelli Griim hanno scritto la favola di un pescatore figlio di un falegname che sarebbe stato torturato a morte perchè diceva di essere il figlio di un dio e che presto la crisi sarebbe finita!

Chi mi assicura che le piramidi erano tombe a tutti gli effetti?

Chi mi dice che gli alieni di Rooswelt non siano una copertura per nuovi esperimenti bellici?

Vogliamo parlare del missile di Ustica?

O dell'11 settembre?

Sono verità che se si venissero a sapere…..

28 luglio 2010 | 21:54 | filippo

ma hai le allucinazioni?

27 ottobre 2010 | 13:53 | giovanni

ma come fate a pubblicare certe stronzate???!

9 aprile 2011 | 21:43 | Milka

….hanno anche la marmotta che confeziona la cioccolata in vaticano?

20 aprile 2011 | 21:10 | Antonio

Chi può credere a queste minghiate?!?

20 aprile 2011 | 21:12 | Antonio

Come è possibile che nel 2011 ci possa essere gente che spaccia per verità

scientifiche queste minghiate?!?

29 ottobre 2012 | 01:54 | Mario961

Presumo che, se ad un uomo degli inizi del 1800 , avessero detto che si poteva andare da Parigi a New York in 3 ore avrebbe preso questa affermazione per una minchiata ma i Concorde l'hanno fatto davvero sino a 5 anni fa. Idem per l'uomo sulla luna, per gli Shuttle, ma anche per auto, moto, tv color e computer!!!

26 aprile 2011 | 10:22 | Alessandro

Questa nota è molto interessante. Avessimo a disposizione il cronovisore non solo in Vaticano ma anche nelle parrocchie ed oratori e financo in questo forum, potremmo studiare ll momento magico in cui Ernetti concepisce la minchiata. Quest'analisi permetterebbe di determinare la genesi dell'idiozia ed essere quindi di grande ausilio nel provare definitivamente che l'uomo non é evoluto, avendo ipotizzato che Ernetti appartenga alla razza umana. Questa conclusione avebbe una quintuplice valenza. La prima: la negazione della teoria evoluzionistica a favore di quella creazionista; l'homo sapiens è una bufala (senza mozzarella). La seconda: Ernetti è uomo si, ma di Neanderthal. La terza: si comprende il seguito di Wanna Marchi, Padre Pio e Berlusconi in un sol colpo. La quarta è che Dio che sceglie chi è Sapiens e chi no (la grazia). La quinta è che questo forum attira i non graziati.

6 maggio 2011 | 19:41 | albert

per me esiste la macchina del tempo ma serve una forza molto forte per essere controllato(il tempo)per stabilizzarlo ma comunque ci sono tante cose che si possono

controllare frampo: come l'anti materia,che a contatto con la materia esploderebbe in un fascio di raggi gamma

6 maggio 2011 | 21:35 | ......( puntini )

"la macchina del tempo" … basta informarsi sulla relatività generale di Einstein e i viaggi nel tempo secondo Stephen Hawking… la macchiana del tempo non è come la fantascienza ci propone ma è una semplice astronave ingrado di raggiungere velocità prossime a quella della luce …ad esempio gli astronauti nella stazione spaziale internazionale viaggiano nel "futuro" , di milionesimi di secondi ma comunque viaggiano nel futuro … raggiungendo velocità prossime a quella della luce il tempo per chi viaggia rallenta , rallenta quindi anche ogni processo biologico del nostro corpo … es . ci sono due gemelli uno va a fare un viaggio con una astronave che viaggia a velocità X km/s (vicina a quella della luce) per 10 anni , mentre l altro gemello rimarrà sulla Terra , trascorsi 10 anni (sulla Terra) il gemello ritornerà sulla Terra e sarà invecchiato 5 anni meno di quello sulla Terra (di 10 anni) , il gemello astronauta dirà che secondo i suo orologio sono passati solo 5 anni mentre quello sulla Terra dirà che ne sono passati 10 anni , tutto questo grazie alla "velocità" , la natura impone questa barriera (velocità della luce 300 000 km/s) cioè che non la si può raggiungere e più ci si avvicina più il tempo rallenta per chi viaggia … ma comunque la relatività di Einstein secondo molti scienziati ,tra i quali michio kaku, non negherebbe la possibilità di raggiungerla o superarla semplicemente "raggirando le leggi" ,raggirare la barriera … un esempio sarebbe quello di "tirare o allungare" il tessuto spazio temporale , anche se questo è teoricamente possibile per la fisica comunque ci vorranno millenni per avere una tecnologia in grado di fare queste cose … un altra "macchina del tempo sono i corpi dotati di grande forza di gravità , infatti anche la gravità agisce rallentando il tempo solo che ci vuole un immensa forza gravitazionale perchè questo avvenga in maniera efficace , ad esempio se orbitiamo intorno ad un buco nero viaggiamo nel futuro.

14 maggio 2011 | 18:57 | Alessandro

La relatività permette al tempo di scorrrere più lentamente rispetto ad un altro sistema di riferimento. Questi effetti dovuti alla velocità ed al campo gravitazionale sono conosciuti non solo in ambito scientifico ma anche ingegneristico. Gli orologi atomici del sistema GPS hanno uno scarto di circa 40 milionesimi di secondo al giorno rispetto ad orologi a Terra. Per la precisione la velocità del satellite (3 km/s circa) rallenta l'orologio e la posizione nel campo gravitazionale piu distante dalla Terra lo accelera. All'altitudine (20.000 km) del sistema GPS i due effetti non si compensano e l'orologio accelera. Fisica da primo anno di università.

Stessa fisica per il cosidetto paradosso dei gemelli che estremizza il caso appena visto. Un gemello resta sulla Terra e l'altro parte su un astronave a velocità elevatissima. Il gemello astronauta torna a Terra: per lui sono passati ad esempio 10 anni, mentre per il gemello 11 o 37 o 72 anni o qualche secolo (sono cifre ad esempio), a seconda della velocità dell'astronave. L'esempio è plausibile, salvo che ci sono alcuni punti delicati legati all'accelerazione e decelarazione dell'astronave.

Cio' detto, il gemello 'viaggia nel futuro' ma la sua età biologica non cambia. Più rilevante per questa discussione, è che non si viaggia nel passato. Le leggi della causalità lo impediscono. Se qualcuno afferma il contrario, viaggio nel tempo e cucio l'utero di sua madre per imperdirle che lo partorisca.

29 luglio 2011 | 00:51 | andrew 24 kaz

impossibile che la macchina del tempo è nel vaticano allora ci hanno tenuto allo scuro questa roba

29 ottobre 2012 | 01:37 | Mario961

Immagino che una macchina simile potesse creare enormi problemi al Vaticano : pensate all'inquisizione, alle crociate, a certe donazioni, agli anti papi che governavano coi papi legittimi e ad altro ancora. Si otterrebbe una verita' oggettiva anzicche' le verita' "soggettive" che abbiamo adesso.

8 luglio 2013 | 09:46 | Doct Aspetik

Questo articolo è una grossa balla !!
La Macchina del Tempo ce l'ho io ed a guardia di essa vi ho messo l'Esercito dei Folletti comandato dallo Yeti proveniente dal Regno delle Crisalidi di Cristallo governato da Giacobbo.. proprio lui !

Lascia un commento






Migrare il contenuto del vecchio sito ha portato alla perdita di alcune informazioni, chiedo scusa anticipatamente agli autori di articoli e documenti qualora abbia, involontariamente, omesso di citarli.