Set
7

Nuove rivelazioni sul caso Roswell

Inserito il 7 settembre 2006 da Roswell in Cover-up, Top Secrets, Ufologia

roswell-balloon.jpg3 Maggio, 2005.
Non so se questa storia è vera. Tutto quello che posso dire è che mi sembra plausibile.
L’ho avuta di seconda mano e la persona che me ne parlò è ormai deceduta. (In modo assai strano, ma questa è un’altra storia).
Secondo il mio informatore, che chiamerò Bill, suo zio era stato in servizio come chirurgo nell’Esercito degli Stati Uniti dal 1942 al 1952, quando si ritirò ed iniziò la pratica medica privata. Non ho mai saputo il vero nome dello zio di Bill e quindi lo chiamerò Capitano Malone. Questo era il suo grado nel 1947, quando fu di stanza a Roswell, in New Mexico.
Lo stesso Bill ne venne a conoscenza molti anni dopo i fatti, quando il Capitano Malone stava morendo di enfisema polmonare in una clinica privata nonostante continuasse a fumare ogni volta ne avesse la possibilità. Bill disse che dopo gli eventi di Roswell suo zio non era stato più la stessa persona.
Trascorse tutta la sua vita nel rimorso, ma prima di morire doveva raccontare la verità almeno ad una persona.
Riporto tutto in prima persona, come se fossi Bill e se parlassi a mio zio. Questo è ciò che ho udito, quasi parola per parola.

“Puoi anche credere di sapere cosa successe realmente a Roswell – disse mio zio, poi tossì di nuovo – Ma non lo sai. Nessuno lo sa, perché il Governo ha fatto veramente un ottimo lavoro di disinformazione. Sai cosa è la disinformazione? E’ la stessa cosa che fa un prestigiatore quando attira l’attenzione degli spettatori sulla sua mano destra (non c’è nulla sotto la miqa manica!) mentre è con la sinistra che sta veramente facendo qualcosa, o con il piede, oppure lo fa un assistente al suo fianco.

Fui assegnato al SAC (Strategic Air Command), squadra bombardieri del Generale LeMay, a Roswell, la sola forza d’attacco nucleare nel mondo a quell’epoca. Il 2 Luglio 1947 ero appena rientrato da un lungo addestramento di volo. Come chirurgo di volo dovevo monitorare i segnali vitali degli uomoni dell’equipaggio ed accertarmi che fossero in buone condizioni. Dovevo anche controllare la possibile esposizione a radiazioni. In altre parole, non c’era granché da fare in quei voli. Erano lunghi, noiosi e stancanti.
Quando atterrammo a Roswell, udii che era accaduto qualcosa. C’erano voci di un qualche genere di incidente, e mi fu chiesto di restare in attesa invece di lasciare la base. Non lo trovai strano, dato che cose del genere accadevano spesso durante il Servizio.
Ma il giorno successivo, si scatenò l’Inferno.
Ora, parlando in generale, ci sono due punti di vista divergenti riguardo l’incidente a Roswell. C’è l’Ala Destra e l’Ala Sinistra. Quelli dell’Ala Destra credono totalmente alle storie ufficiali che gli vengono raccontate, non importa quante volte le versioni cambino. Si trattò di un falso o di un errore, o un pallone sonda e così via.
Quelli dell’Ala Sinistra pensano tutti che il Governo stia mentendo spudoratamente, e che si trattò di un disco volante che si schiantò nel deserto, o forse due o tre di quei velivoli. Dovevano essere Alieni dallo spazio esterno, perché tanta segretezza altrimenti?
Nessuno mai pensa che sia l’Ala Destra che l’Ala Sinistra possano sbagliare.”

Il Capitano fece una breve pausa per respirare dell’ossigeno. Sembrò impiegare qualche minuto per raccogliere i ricordi e pensare a cosa doveva dirmi.

”Ricordi quel filmato, l’Autopsia Aliena? Fu trasmesso dalla Fox TV alcuni anni fa. Fece scalpore, per un po’. Fu promossa da quel produttore britannico, Santilli, che dichiarava di aver avuto il film da uno dei primi fotografi dell’Esercito. Si ipotizzò fosse un’autopsia di un extraterrestre una delle vittime dell’incidente di Roswell. Bene, stranamente, sia l’Ala Destra sia l’Ala Sinistra (almeno la maggioranza dell’Ala Sinistra) concordano su un punto: che il filmato è un falso. L’Ala Destra lo ritiene tale perché gli extraterrestri non esistono e l’Ala Sinistra sono in dubbio perché il cadavere sul tavolo non ha le sembianze che loro pensano un alieno dovrebbe avere.
Ora, non posso giurarci in un modo o in un altro, perché non ero presente quando fu girato il filmato. Ma non vedo ragioni perché dovrebbe essere un falso. Basandomi su ciò che ho visto, o è autentico o è una buona ricostruzione. Ma non ha nulla a che vedere con alieni spaziali.”

A questo punto, il Capitano Malone disse che non si sentiva bene e aveva bisogno di un’interruzione. Promisi di ritornare appena possibile, ma riuscii a trovare il tempo solo più di una settimana dopo. Fortunatamente, quando ci incontrammo di nuovo, si sentiva bene e riprese la storia esattamente dove l’aveva lasciata.
“Ora ricorda – disse – questo accadde nel 1947. Ma sai cos’altro stava accadendo nel 1947? Molti Americani a tutt’oggi si rifiutano di ammettere ciò che il loro governo ha fatto sin dalla Seconda Guerra Mondiale. Hai letto qualcosa a riguardo? Se lo hai fatto, dovresti sapere che il Governo Americano ha importato un certo numero di scienziati missilistici nazisti dalla Germania per lavorare nel programma spaziale, anche prima che finisse la Guerra. Ciò che è meno noto è che importammo alcuni medici nazisti che avevano condotto esperimenti nei campi di concentramento. Il punto è che anche gli Stati Uniti all’epoca furono coinvolti in questo brutto affare. Esiste un elenco interminabile di cose che abbiamo fatto ai nostri cittadini ignari, e senza il loro consenso. Truman autorizzò la CIA nel 1947. In seguito, disse che questo era stato il più grave errore che avesse mai commesso. La CIA condusse i suoi esperimenti somministrando enormi dosi di LSD e altre droghe al nostro esercito. Sperimentarono gas velenosi sui nostri marinai e immisero presunti batteri innocui nella metropolitana di New York. Iniettarono plutonio nelle persone per vederne l’effetto, lasciarono morire persone di sifilide, testarono bombe atomiche in Nevada sapendo che le radiazioni sarebbero ricadute sugli Americani. Potrei andare avanti, ma sai di cosa sto parlando. L’Agente Orange, l’uranio impoverito. Ma certo, il nostro Governo non fa cose come queste, vero? Solo i cattivi come i Nazisti e i Comunisti se ne sono macchiati. E come sai, nessuno ha mai pagato in sede giudiziara per aver compiuto azioni simili.
“Ora, pensa a ciò che successe a Roswell, in New Mexico nel 1947. Tutti dovrebbero essersene fatta un’idea. Tranne che il Governo potesse giungere ad tale capolavoro a rovescio. Io c’ero, io vidi quello che accadde e ho impiegato parecchio tempo per riuscire a capire. Si sa cosa era avvenuto solo pochi giorni prima. Il 24 Giugno, sul Monte Rainer, nello Stato di Washington: Kenneth Arnold riferisce di aver visto nove oggetti simili ad ali volanti che si spostavano nel cielo ad una velocità superiore a quella di qualsiasi altro velivolo dell’epoca. Quel giorno non c’erano altre notizie e così le agenzie di comunicazione diedero al fatto un grande risalto. In men che non si dica, i dischi volanti furono su tutti i quotidiani, le riviste e nelle radio. I primi apparecchi televisivi da un pollice entrarono in commercio più o meno un anno dopo. Ma sicuramente l’esercito stava già usando la televisione in progetti segreti. Il punto è che tutti avevano paura dei dischi volanti. Nessuno era sicuro di cosa fossero, potevano essere ordigni segreti russi sottratti ai Nazisti, oppure esperimenti Americani. La Guerra era finita da solo due anni. Non molti parlavano ancora di Spazio Esterno.
Ora, il Maggiore Marcel non era nella cerchia. Era un officiale dell’intelligence di basso livello all’interno del SAC. Ovviamente nessuno gli aveva parlato di progetti segreti o esperimenti in corso a poche miglia da lì, a White Sands. Così, cadde in errore. Non c’erano contrassegni o distintivi. Non poteva sapere che il relitto apparteneva a noi.
“Dopo quel lungo addestramento di volo avrei dovuto prendermi un giorno libero, ma poi cominciarono ad arrivare rapporti su un incidente nel deserto, con delle vittime. Fui tra i primi ad arrivare sul posto, per vedere i corpi. Erano due, con uniformi blu senza alcun genere di distintivo. I corpi assomigliavano molto a quello che si vede nel filmato dell’autopsia. Il relitto assomigliava ad un’ala volante, come aveva descritto Arnold. Non era un pallone, neppure un aereo. Lo osservai attentamente. Era un aliante.”
Qui mio zio fece una pausa e si riposò alcuni minuti. Sospettai che mi volesse dare il tempo di digerire quell’ultima affermazione e le sue implicazioni. Quando fu pronto a riprendere, sembrava sicuro di ciò che voleva dirmi.
“Marcel fu precipitoso. Diffuse un comunicato stampa dicendo che aveva trovato un ‘disco volante’. Credeva fosse un esperimento dei Russi. Io mi diedi da fare per trasferire i corpi immediatamente alla base, piuttosto che lasciarli ancora nel deserto. Qualcuno dello staff telefonò anche ad un impresario di pompe funebri locale per ordinare delle bare. I corpi erano tutti sotto i cinque piedi di altezza per cui avevamo bisogno di contenitori adatti. Io approntai le cose per effettuare esami del sangue e altre procedure prima dell’autopsia. Il giorno dopo giunsero gli alti ufficiali, con tutto il peso della loro autorità.
Massima segretezza. Marcel dovette ritrattare le notizie diffuse. Improvvisamente la base fu sommersa da personale dei Progetti Speciali, che iniziarono ad interrogare i civili, per ridurli al silenzio. Mi fu ordinato di non avvicinarmi più alle vittime, né di guardare il relitto, neanche a pensarci. La cosa non era mai accaduta.
Tutto fu trasportato alla base di Wright Patterson, dove immagino furono effettuate le riprese del filmato.
Ora, capisci cosa significa tutto questo? Ti ci puoi avvicinare se leggi le spiegazioni ufficiali. La prima storia fu quella del pallone meteorologico. Non ci credette nessuno. Anni dopo, cambiarono versione un altro paio di volte. E’ interessante il fatto che le dichiarazioni ufficiali erano in qualche modo vicine alla verità, abbastanza vicine da essere plausibili, ma non troppo. Il Progetto Mogul esisteva realmente. Si trattò di un progetto di pallone di altitudine che non aveva nulla a che vedere con le previsioni meteorologiche. Il solo problema era che qualcuno aveva controllato ripetutamente, scoprendo che non c’era stato alcun lancio di Mogul durante le due settimane prima dell’incidente di Roswell. Poi hanno dovuto fornire una spiegazione per i piccoli corpi. Facile: stavamo usando manichini per i test di schianto. Alcuni testimoni videro i fantocci e credettero che fossero corpi veri. In verità, i test con i manichini vennero condotti diversi anni dopo Roswell. Il lato più ingegnoso di queste versioni era che tutte contenevano degli elementi fattuali. Ma non tutti. Nel contempo la Disinformazione si era attivata. In segreto, personale dell’intelligence diffondeva storie di alieni e dischi volanti. False notizie vennero filtrate a persone che avrebbero di sicuro parlato. La storia degli alieni doveva sopravvivere. Divenne il massimo delle leggende metropolitane e così, quando il film dell’Autopsia Aliena fu diffuso, il pubblico avrebbe potuto considerare solo due possibili spiegazioni: falso o navi spaziali.
Ciò che rese più facile il compito del Governo fu che nessuno mai volle pensare alla spiegazione più ovvia. E tu cosa pensi, Bill? Ti sei mai chiesto come andò davvero?”
Il Capitano poggiò le mani sulle ginocchia e mi fissò per un minuto, fino a che cominciai a sentirmi in imbarazzo. Dovevo ammettere che, non riuscivo ancora a intuire, nonostante gli indizi che mi aveva dato. Egli sospirò.
“La gente vuole credere per forza che noi siamo sempre i buoni. Non come quegli scienziati nazisti, che eseguirono esperimenti sugli esseri umani”.
Fu questo il mio turno di sedermi e fissarlo per un minuto. “Intendi dire che quei piccoli corpi erano…”
“Pupazzi per test di schianto – disse – pupazzi vivi”. Alzò un po’ le spalle e proseguì: “Certo, mica precipitarono di proposito. Non era questo l’intento. Il motivo dell’esperimento era scoprire cosa succede quando gli umani sono esposti a condizioni di altitudine elevata per lunghi periodi di tempo. Ricordi quegli scienziati nazisti che parteciparono al programma spaziale? Prima del 1947, non molti umani avevano ancora visitato la stratosfera. Un razzo V2 poteva salire fino a quelle altezze solo per alcuni minuti. Stavamo ancora volando sui Mustang e i B-29. Il solo modo per raggiungere quell’altitudine per un discreto periodo di tempo era in pallone con una cabina pressurizzata.
Gli scienziati erano preoccupati di cose come i raggi cosmici, la radiazione solare, e le meteore. Volevano anche vedere quanto scudo di protezione si sarebbe reso necessario per un pilota di una macchina a propilsione nucleare… stavano già pensando a missili atomici e così via.
Così iniziarono mandando volontari in palloni di grande altitudine, piccole mongolfiere con isotopi radioattivi a bordo. Le navicelle erano in sostanza alianti lanciati dai palloni, conformate come delle ali volanti. Erano di peso molto leggero, ma costruiti con plastiche high-tech sviluppate dai nazisti durante la guerra. L’idea era che quando fosse arrivato il momento di riportare indietro i volontari, la navicella sarebbe stata sganciata e guidata da controlli a distanza. Potevano planare per centinaia di miglia e atterrare in qualche punto del deserto. La parte che non mi piace… e la ragione per cui la cosa è stata tenuta segreta sin dal 1947… è dove trovarono i loro volontari. Sicuramente non intendevano rischiare un pilota collaudatore altamente addestrato e certamente ben pagato. Non c’era necessità di addestrarli. E, naturalmente, volevano persone di corporatura piccola e leggere – e, cosa più importante, persone la cui mancanza non si sarebbe mai avvertita.
Fu facile trovarle. In quei giorni, persone gravemente disabili o con gravi difetti di nascita, indigenti e prive di un sostegno familiare, non avevano molte possibilità. Potevano unirsi al carrozzone di un circo, fare i fenomeni da baraccone o potevano chiedere l’elemosina per strada. O potevano trascorrere la loro esistenza in un ospizio a spese dello Stato.
Credo che questi volontari furono reclutati da quegli ambienti sociali. Alcuni erano ritardati mentalmente come anche menomati fisicamente. Quando uscì il filmato dell’Autopsia Aliena, ci furono alcune speculazioni riguardo la Sindrome di Turner (si tratta di una sindrome genetica, specifica del sesso femminile, legata alla mancanza totale o parziale di un cromosoma X ,un cromosoma sessuale,. Le principali manifestazioni cliniche sono generalmente: bassa statura, infantilismo sessuale e sterilità. Vi possono inoltre essere associate malformazioni cardiache, renali, aspetti somatici peculiari, ritardo mentale). Non ne sono sicuro, ma si poteva trattare anche di vittime di tale affezione. C’erano molti difetti di nascita, causati dall’uso di droga e da farmaci industriali. Ho sentito dire che la madre di uno dei volontari aveva lavorato in una fabbrica di orologi con quadrante in radio.
Non immagini il tono del reclutatore? Dopo tutto non dovete passare il resto della vostra vita in questo posto. Potete avere un vero lavoro, diventare pilota collaudatore, e aiutare in questo modo il vostro paese. Oltre ad un buon salario e ai benefici medici. Firmate qui. Certo, nessuno lo deve sapere. Questo è Top Secret.”
Interruppi il Capitano per chiedergli alcune peculiarità che ricordavo dalla visione del film dell’Autopsia Aliena.
“Vuoi dire quegli strani organi interni? Non erano organi. Non sono sicuro di cosa fossero precisamente. Il corpo sul tavolo non aveva ombelico. Infatti era stato rimosso in una precedente operazione chirurgica, per inserire un impianto. Credo fosse una spugna per il rilascio di una droga o di un farmaco, ma non sono sicuro del suo scopo. D’altra parte può essere stato un tumore. E poi c’erano gli impianti di lenti a contatto, che si suppone dovessero proteggere dai raggi UV.
Se ricordi la sezione del filmato che mostrava parti dei rottami, c’era la trave a “I”, con su chiaramente impresso “VIDEO TV”.
E le placche di metallo disegnate con l’inserto per sei dita delle mani. Non erano strumenti di controllo, non avevano collegato alcun interruttore. La loro unica funzione era quella di contatto con le mani dei volontari, per registrare dati come la temperatura, la pulsazione del polso e la resistenza della pelle. Se il volontario mancava di toccare le placche a comando, avrebbe significato che non era più cosciente, o che l’apparecchiatura si era guastata.
In tal caso la navicella sarebbe stata automaticamente sganciata e avrebbe fluttuato verso il basso.
Non sono sicuro di cosa accadde il primo Luglio. So che ci fu una tempesta elettrica, che potrebbe aver danneggiato i palloni e bloccato i loro strumenti di guida. Credo che diversi tipi di velivoli si vennero a trovare in aria nello stesso momento e che si verificarono almeno due schianti diversi.
Ma nessuno al SAC aveva un indizio. Noi non fummo parte del Progetto. Il Maggiore Marcel diede uno sguardo ai rottami e pensò: “Velivolo Non Convenzionale”. Nella sua mente mise immediatamente in relazione i rottami con le storie di dischi volanti che stavano percorrendo il paese. Fu avventato nell’emettere un comunicato stampa. Il giorno dopo, è chiaro, Washington reagì duramente e mise tutto a tacere. Diedi una buona occhiata ai corpi e al rottame, poi i Professionisti presero il controllo e resero chiaro a tutti che, semmai ne avessimo fatto parola, ci saremmo trovati in guai seri.Così, ora sai perché hanno fatto sparire tutti i registri di quell’anno a Roswell. Hanno rimosso tutti i frammenti, hanno stracciato ogni appunto e telegramma. A volte mi chiedo se non avrebbero eliminato tutto il personale della base, se non si fossero serviti del SAC. La causa non furono esseri alieni di un altro pianeta. Fu perché non volevano che il pubblico scoprisse cosa avevano fatto.”
Mio zio ora sembrava fissare un punto nel vuoto del passato. Doveva riprendere fiato.
“A volte mi chiedo – concluse – se appresero qualcosa di utile da quell’esperimento”.

Questo è tutto ciò che Bill mi ha riferito. Se questa storia vi ha disturbato o indignato, potete solo dire: spero che non sia vera. Personalmente, preferirei credere agli Alieni dello Spazio.

Bart

[ via Steve Bartholomew’s Charged Barticle Site ]

Related Posts with Thumbnails

2 commenti per quento post

1 giugno 2010 | 14:19 | E. Delle Piane

Le nuove rivelazioni del 2005, inutilmente prolisse, sono ancora meno credibili della storia originale.

La verità non si saprà mai.

22 aprile 2015 | 13:00 | lanterne cinesi

Esattamente quello che cercavo. Terzo Lombardo

Lascia un commento






Migrare il contenuto del vecchio sito ha portato alla perdita di alcune informazioni, chiedo scusa anticipatamente agli autori di articoli e documenti qualora abbia, involontariamente, omesso di citarli.