Lug
11

Come diventare Ufologo ?

Inserito il 11 luglio 2007 da Roswell in Testimonianze, Ufologia

Corrado MalangaMolti di voi mi hanno scritto in varie occasioni chiedendomi informazioni varie sul come diventare “UFOLOGI”.

A prescindere dal fatto che io non sono, e non mi ritengo, un Ufologo ma un semplice appassionato di fenomeni correlati agli UFO ho approfittato della disponibilità di uno dei più noti e preparati scienziati italiani in materia di UFO e Abduction, Corrado Malanga.

Spero che questa piccola intervista al Dottor Malanga soddisfi le vostre richieste ed aiuti i futuri ufologi nella lunga strada che li separa dalla verità.

Molti utenti mi chiedono indicazioni su come diventare “Ufologi”.
Quali sono i consigli che Lei darebbe a queste persone ?
A chi possono rivolgersi ?

Non esiste una professione di ufologo. A dire il vero non esiste nemmeno l’ufologo.
Il termine ufologo sarebbe da interpretarsi come segue: E’ ufologo colui che studia il problema degli ufo.
Se questo corrisponde al vero gli ufologi sulla faccia della Terra saranno dieci.
Si tende infatti a confondere la definizione di ufologo con quella di ufofilo, cioè amico dell’ufologia.
Allora si che di ufofili ce ne sono tanti. La maggior parte dei gruppi ufologici è pieno di ufofili ma totalmente vuoto da ufologi.
Non esiste più la figura dell’ufologo ma oggi si parla di persona intelligente o illuminata, nel senso che l’ufologo diviene tale studiando dalla mattina alla sera per trent’anni e passa senza fare compromessi con nessuno.
Non importa però aver letto tanti libri. Bisogna anche capire quello che si legge.
Oggi molti credono di essere ufologi ma sono solo collezionisti di figurine e di libri sull’argomento.

Lei e’ un rinomato scienziato, che bagaglio culturale dovrebbe avere, secondo Lei, un aspirante “ufologo” ?

L’ufologo dovrebbe avere una assoluta conoscenza del problema storico degli ufo dal 1947 ad oggi ma anche conoscere il problema della protoufologia cioè del fenomeno prima del 1947 a ritroso fino all’età della pietra o forse fino alla comparsa dell’uomo su questo pianeta.
L’ufologo dovrebbe poi essere un esperto di scienza ed aver praticato la ricerca in un campo specifico per saper quali siano i limiti del metodo galileiano.
Dovrebbe conoscere le tecniche informatiche, sapere cioè cosa è e come si fa una statistica, come si elabora una immagine, come si fanno dei prelievi di terreno acqua ed altri materiali da analizzare, come si scrive un articolo scientifico e come si fa bibliografia sulle banche dati.
Oggi all’ufologo è inoltre richiesta una grande conoscenza della programmazione neurolinguistica.
L’ufologo oggi deve inoltre sapersi correlare ai Media essendo in grado di dare una informazione giusta e credibile.

Leggendo i Vostri saggi/articoli/studi si capisce l’impegno profuso per la realizzazione.
A cosa va incontro un appassionato di ufologia che intende iniziare seri studi sull’argomento?

Lo studio del problema ufologico porta inevitabilmente ad un allargamento della propria coscienza che consente di vedere l’universo sia con il lobo sinistro e cioè con la scienza che con quello destro e cioè con la sensazione dell’universo che ti circonda.
La prima ti permette di comprendere gli algoritmi che definiscono la parte virtuale dell’universo e cioè lo spazio l’energia ed il tempo.
Il secondo aspetto ti permette di sentire l’universo in modo diretto alla maniera di Buddha se mi posso permettere il paragone.

Da dove/cosa nasce la Sua passione per l’ufologia ?
Quando avevo 15 anni pensavo che se esistevano gli alieni potevamo chiedere a loro sui massimi sistemi senza starci a rompere le balle a capire da noi.
In fondo gli alieni dovevano essere più bravi di noi nella comprensione delle cose. Dunque siccome sembrava che gli alieni erano già stati su questo pianeta secondo alcuni studi di protoufologia, che allora si chiamava clipeologia, mi sono dato da fare per capirci di più.
Allora esisteva un centro chiamato CUN e mi ci sono iscritto. Era fatto dalle stesse persone che ci sono ora in quell’associazione non è cambiato niente. Ma per allora ci si poteva accontentare. Oggi la scienza e la filosofia non sono più quelle di trenta anni fa.
Io sono cambiato e sono uscito dal CUN… loro sono rimasti al palo.
Con il passare del tempo ho scoperto che gli alieni non erano come pensavo e che le vere domande dell’uomo hanno dentro di noi anche tutte le risposte. Il difficile era tirarle fuori.
Insomma studiando gli alieni ho cercato di capire come era fatto l’uomo.

Nel Vostro studio dei soggetti addotti ascolterete numerosi racconti di ogni genere.
Qual’è il caso che vi ha sconvolto di più ?

Tutti i casi sono identici ma in alcuni casi il racconto si fa più tremendo. Mi ricordo quando il soggetto racconta che i militari utilizzano i ricatti familiari per fargli attivare le sue facoltà paranormali a scopi bellici.
Mi ricordo di una bambina piccola che in ipnosi regressiva piangeva perché il colonnello tale, voleva che la bambina spegnesse con la forza del pensiero delle lampadine altrimenti alla mamma gli venivano somministrate scosse elettriche o quando nelle stesse condizioni gli si chiedeva di far saltare in aria un uomo che si vedeva in un monitor e che aveva una cintura esplosiva addosso.

Ci sono mai stati tentativi di intimidazione nei Vostri confronti ?
Ho il telefono sotto controllo dal 1991.
Mi hanno tagliato il volante della macchina un paio di anni addietro ma di qualcosa bisogna pur crepare.

Che cos’è “l’energia vitale” e perché è così ricercata dalle entità extraterrestri ?

La parte animica di alcuni di noi ha un asse della coscienza uno dell’energia ed uno dello spazio ma non possiede asse del tempo.
L’anima è dunque immortale.
L’alieno che non ha questa essenza la vuole prendere da noi per vivere senza morire non capendo che è nella morte e nella sua accettazione l’inizio della vita eterna. Sono un po’ scemotti da questo punto di vista.

Secondo lei chi sono e che cosa vogliono queste razze aliene ?
La vita eterna.. poveri stupidi.

Ringrazio personalmente il dottor Malanga per la disponibilità e l’impegno nella divulgazione della verità.

Related Posts with Thumbnails

11 commenti per quento post

11 luglio 2007 | 17:38 | VANESSA

MA DOVE SI POSSONO TROVARE OGGI DOCUMENTI + INTERESSANTI SU QUESTO TIPO DI ARGOMENTI?

31 gennaio 2008 | 02:05 | Manuel

Su http://www.ufomachine.org e http://www.sentistoria.org Il primo da leggere di Malanga è Alien cicatrix poi c'è il seguito e tutta una serie di articolo correlati.

12 marzo 2008 | 20:29 | Naib

Perchè sarebbero stupidi nelo l'immortalità?

Quand'ero piccolo spesso piangevo la notte perchè avevo paura di non risvegliarmi al mattino.Il punto è che non era la paura della morte a spaventarmi,ma la scomparsa di quello che ero,di quello che sapevo e dei sentimenti che provavo.Ho smesso di pensarci così insistemewnte quando più avanti ho studiato di poeti,scrittori in genere e uomini politici che hanno fatto la nostra storia.Di loro si sapeva tutto o meglio,ora so che si ipotizza tutto ma da allora iniziai a pensare che fosse quella la vera immortalità!

E' stupido ricercare l'immortalità per conoscere?Per sapere?A chi basta sapere solo quello che riesce ad apprendere in quei pochi anni di vita che abbiamo?Quelle poche decine vi sembrano sufficienti per la conoscenza?

16 aprile 2008 | 21:46 | cinderella

questa intervista mi ha molto affascinata,è incredibile…anche se non ho ben capito come dovrebbe fare oggi una persona a dedicarsi e vivere di ufologia insomma fare di questa passione un piacere

30 luglio 2010 | 12:29 | giuseppe

sapete anche io come naib non dormo la nottte e vi dico la mia storia;solo quando avevo 3 anni vidi per la prima volta un film di nome indipendence day e dall'ora sono sempre un appassionato degli ufo. Uno studioso ufologo ha anche detto che con le conoscenze che ho potrei fare facilmente l'ufologo però dovete sapere che ho paura di fare l'ufologo da quello che ho sentito…sapete quanti anni ho?soltanto 11 potrei sembrare esagerato ma sono nato il 19 marzo 1999 a tricarico(mt) scrivetemi il mio indirizzo è michael_jackson_junior@hotmail

15 dicembre 2010 | 17:11 | niccolò

non è possibile che il lavoro dell ufologo nn esista!!! anche perchè il tema ufo è sempre più frequente e se una persona è veramente interesseta come può fare per lavorare in questo ambito??? anch'io sono un appassionato di ufologia.. anche perchè ormai è inevitabile dubitare di questo fatto!!!!

23 ottobre 2012 | 23:51 | Francesco

ho scattato delle foto giorni fa' in montagna,poi rivedendole al pc,ho notato che avevo fotografato anche una piccola squadriglia di oggetti volanti non identificati.a chi posso rivolgermi per fargli visionare le foto? aspetto risposta sulla mia casella e-mail .grazie anticipatamente.

18 luglio 2013 | 10:37 | Oceania

Io ho 17 anni e sono appassionata di UFO da qualche anno, ho avuto 2 esperienze di avvistamenti credo, e da lì ho voluto sempre sapere di cosa poteva trattarsi.. La prima volta avevo solo 12 anni e non credevo molto in queste cose, ma tornando a casa in macchina con i miei genitori, io e mio fratello ci siamo accorti di una luce enorme e bianca in mezzo alle stelle, all'inizio si muoveva, poi è rimasta ferma per un po' ma non ho potuto vedere cosa ha fatto alla fine perchè andando avanti con la macchina gli alberi la coprivano.
La seconda volta invece era 1 mese fa, sempre la sera, in un parco, mentre parlavamo di Ufo e fantasmi, io e dei miei amici abbiamo visto in 4, una luce comparire dal cielo, subito dopo cadere e scomparire dietro i palazzi, tipo stelle comete, ma molto più grande e senza scia.. La cosa più assurda è che io l'ho vista bianca, una mia amica gialla, e gli altri 2 amici azzurra, e non sappiamo spiegarlo..

Se mi rispondeste sulla mia e-mail ve ne sarei molto grata 🙂

25 maggio 2014 | 16:44 | Giulio

Ciao Oceania mi chiamo Giulio e ho 11 anni.
Sto usando con la mail di mio papà e ti scrivo per dirti che anche io una volta credo di aver visto un ufo:mi sembra 2 e mezzo/3 anni fa circa, mentre tornavo da un posto, avevo visto in cielo un oggetto volante dalla forma strana e non assomiliava a uno stelth, anche se aveva lo stesso principio di avere solo angoli e non parti rotonde per non essere captato dai radar; ma andando avanti lo sportello della macchina lo coprì e dopo aver fatto una curva, quello si tolse el'oggetto non c'era più.
Guardai fuori da tutti i finestrini, ma il presunto ufo era sparito!
Volevo condividere con te questa strana esperienza.

24 novembre 2014 | 18:07 | vlls

Signori, vorrete scusarmi ma questa cosa dell'estrazione dell'anima non mi torna… Su cosa si basa? Come si collega ad altri generi di esperimento? E soprattutto quella cosa che infilano nell'orecchio e che quando è dentro alla testa vibra forte che cosa sarebbe?

17 aprile 2017 | 18:02 | Marco

Che tipi di università bisogna fare per diventare ufologo?

Lascia un commento






Migrare il contenuto del vecchio sito ha portato alla perdita di alcune informazioni, chiedo scusa anticipatamente agli autori di articoli e documenti qualora abbia, involontariamente, omesso di citarli.