Lug
16

Si torna a parlare del caso Zanfretta

Inserito il 16 luglio 2007 da Roswell in Cronaca

ZanfrettaE’ la prima volta nella storia della televisione che un programma viene «rifatto» su pressione del pubblico. L’edizione rinnovata della puntata del Bivio andrà in onda lunedì 16 alle 23:30 su Italia 1 e si potranno vedere gli interventi in studio fatti dagli ospiti invitati proprio per parlare delle misteriose avventure con presunti alieni sulle alture di Genova da parte di colui che ormai è l’ex metronotte più famoso d’Italia, appunto Pier Fortunato Zanfretta.
La nuova versione del Bivio, tuttavia, non è affatto casuale. Essa nasce invece dall’accordo firmato tra la Quadriotivù, società che produce il programma per conto di Mediaset, e il giornalista Rino Di Stefano (autore del libro «Il caso Zanfretta – La vera storia di un incredibile fatto di cronaca», De Ferrari Editore) che aveva promosso un’azione legale contro la Quadriotivù per aver alterato i contenuti del programma nella prima versione andata in onda nel febbraio scorso. Infatti in quell’occasione, nonostante in fase di registrazione del programma nello studio vi fossero stati diversi interventi tra Alessandro Cecchi Paone, Rino Di Stefano, il biologo Giorgio Pattera e l’ufologa Emy Balbi, nella versione finale mandata poi in onda, questi interventi erano spariti ad eccezione di una specie di show improvvisato tra Cecchi Paone e una signorina che sosteneva di vedere alieni tutti i giorni.

Appunto quel genere di cose che ha fatto definire trash, cioè spazzatura mediatica, il programma a migliaia di persone ovunque nel Paese. Si è arrivati al punto che l’e-mail del Bivio è stata presa d’assalto da una marea di messaggi di protesta che hanno mandato in tilt la sua posta elettronica. Contro «Il Bivio» si schierarono non solo le riviste specializzate in temi ufologici, ma anche decine di siti web che gridarono allo scandalo per il modo in cui Italia 1 aveva trattato l’argomento. E non furono poche le attestazioni di simpatia nei riguardi di Zanfretta che davanti alle telecamere si era limitato a raccontare con molta dignità e senza ostentazione la storia che gli aveva rovinato la vita.

Da qui l’accordo tra Di Stefano e Quadriotivù per ristabilire la verità sulla puntata, così come era stata registrata, evitando l’aggiunta di scenette tanto disdicevoli quanto negative per la serietà con cui lo stesso Ruggeri si è distinto conducendo il programma. Tra l’altro proprio in questi giorni il cantante-conduttore ha pubblicato per Rizzoli il suo libro «Quante vite avrei voluto» inserendo 21 storie tratte dal Bivio. Ovviamente, visti i risvolti legali che ha avuto il caso Zanfretta per la sua trasmissione, Ruggeri non ha ritenuto di inserire anche la storia dell’ex metronotte nel volume. Anche se, a detta degli stessi produttori, il caso Zanfretta è quello che più ha fatto alzare l’indice di ascolto del programma portandolo ad un inedito 16 per cento.

Come chi vedrà la trasmissione potrà notare, a prescindere dal fatto se l’ex metronotte abbia realmente incontrato esseri rovenienti da altri mondi, ciò che più allarma in tutta questa vicenda non è la sua personale testimonianza dei fatti, quanto piuttosto quella di numerose altre persone che, coinvolte per diversi motivi nella storia, hanno vissuto esperienze a dir poco incredibili seguendo Zanfretta. è il caso dei suoi ex colleghi che ancora oggi, a quasi trent’anni di distanza da quei giorni, conservano nella memoria il vivido ricordo di un grosso disco volante luminoso che vola sopra le loro teste. E qualcuno ne fu veramente atterrito. Così come è
rimarchevole anche la testimonianza di Antonio Nucchi, ex maresciallo dei carabinieri oggi in pensione, autore dell’inchiesta giudiziaria che venne svolta proprio sulle vicissitudini notturne di Zanfretta.

Adesso, davanti alle telecamere del Bivio, Nucchi racconta che non solo trovò 52 persone che affermarono di avere visto volare a bassa quota un grosso disco volante luminoso nei luoghi e nel momento in cui si svolgeva la storia di Zanfretta (tra i testimoni c’era anche il sindaco di Torriglia, Pietro Cevasco) ma anche egli stesso fu tra i testimoni. All’epoca dei fatti i suoi superiori gli dissero di tacere e Nucchi ubbidì. Oggi, in pensione, Nucchi rivela che una sera, mentre si trovava in compagnia della moglie e di una coppia di amici, vide insieme agli altri, a una distanza di poche decine di metri, un grosso oggetto discoidale che si librava nell’aria davanti a
loro. Il disco volante ruotava leggermente su se stesso e dopo alcuni minuti si allontanò velocissimo scomparendo alla loro vista.

Che cosa accadde dunque tra il 1978 e il 1980 a Torriglia? Probabilmente nessuno lo saprà mai e il caso Zanfretta resterà per sempre un affascinante mistero irrisolto.

[ via Il Giornale ]

Related Posts with Thumbnails

5 commenti per quento post

12 settembre 2008 | 12:26 | Alex

Zanfretta sostiene di essere stato prelevato dagli extraterestri?

Zanfretta sostiene di aver un oggetto a forma piramidale che gli è stato conseganato dagli extraterrestri… Allora se ciò è vero, i soccoritori che lo trovarono svenuto, dovrebbero aver visto questo oggetto!!! Guarda caso nessuno ha visto niente accanto a lui… Questo sarebbe capace di inventarsi un secondo incontro. Poi ti sembra normale che le autorità non lo hanno costretto a consegnare un reperto di tale importanza?

A mio modesto parere, il tizio non aveva il coraggio di intervenire in soccorso della famiglia e per paura ha lasciato entrare il collega e poi si è inventato questa stupidagine.

Il motivo per cui ti ho scritto questa email è solo per sottolineare quanto sono dannose queste persone… non fanno altro che confermare agli scettici che gli UFO non esistono!!!

12 settembre 2008 | 18:54 | ...

in effetti anche a me non sembre un caso del tutto"genuino" di abduction…però non dimenticare che è stato più volte sottoposto all'ipnosi regressiva…

19 giugno 2009 | 16:35 | Max

Salve a tutti, sono un ragazzo di 17 anni…

il 12 giugno 2009… pochi giorni fa ho avvistato vicino a casa mia una cosa pazzesca nel cielo… nn sono stato l'unico infatti anke alcune persona di una macellerie vicino casa l'avevano avvistato …ma siamo rimasti tutti un po' scettici… abbiamo avvistato delle palle di fuoco in fila e un po' + tardi come un ovale sempre di fuoco…passare come un bolide…la cosa ke però mi ha scioccato di + è ke avevano una traiettoria orizzontale… e misteriosamente dopo un fischio fastidioso sono spariti cm nel nulla… terminando anke quel suono fastidioso…(erano le 19 45 sera circa…. quindi nn era buio ma anzi c'era ankora un ottima visibilità + o meno cm il tramonto…+ chiaro… sn della puglia)

Seguendo per intero il caso zanfretta…. e anke altri… se nn erro anke lui avvistò prima del suo incontro con i DARGOS di TITANIA, due sfere di luce con un ovale di luce…

questo avvenimento è molto strano… specialmente xkè in quest ultimo periodo sn venuto a conoscenza di sempre + avvenimenti simili…

Possibile che centinaia di persone dicono di essere rapite dagli alieni, e nessuno crede loro… possibile che sia solo un virus nn ankora scoperto ke kolpisce il cervello e fa provare allucinazioni a tutti?

Bisogna anke premettere ke l'uomo dopo ogni avvenimento …qualsiasi… lo esalta in particolar modo… stravolgendolo o facendolo diventare fino alla fine una storia inventata…

cmq sono sempre + convinto ke i vari governi nel mondo sappiano qualcosa… e magari sono prorpio loro ke rapiscono gente e gente facendo degli esperimenti su di loro e magari per farsi poi una copertura una volta finiti gli esperimenti gli impiantano due palline di ferro e qualisiasi altro oggetto ke kiamano IMPIANTO ALIENO… bha…

magari mi rapissero a me e potenziassero le mie capacità psichiche… sarebbe uno sballo… XXD

ahhahahaha

24 ottobre 2009 | 02:41 | arctE

questo argomento è molto delicato come ci avviciniamo al 2012 e non abbiamo ancora messo a fuoco bene la situazione in cui siamo, questo potrebbe dare problemi una volta arrivati al 2012 e trovarci impreparati per una qualsiasi situazione fuori dai nostri canoni "razionali" imposti dal sistema; occorre essere critici e non fermarsi al racconto ma fare studi elaborare ipotesi e studiare il problema ufologico che sta colpendo il nostro pianeta per essere più pronti occorre ampliare i nostri orrizzonti mentale capire il motivo di questi rapimenti non solo per la sopravvivenza delle razzie aliene ma quanto l'esistenza di mezzi degli stessi, in grado di percorrere grandi distanze ( intergalatticamente ) ed approndare ad un pianeta come il nostro sicuramente non al top per quanto riguarda il livello vibratorio e dimensionale! questo pianeta è vero che è un tesoro ma non è sicuramente un luogo paradisiaco… ricordiamo che nel nostro pianeta poi non c'è la possibilità di amare come negli altri il nostro pianeta è un luogo di esercizio di bassezze…. vibratorie, che ci serve per evolvere la nostra anima, non pensiamo che gli altri mondi abitati siano ridotti così come il nostro… gli alieni che vengono qui devono sicuramente avere un obbiettivo serio sia per quanto riguarda il tempo che impiegano che per le loro risorse usate… non è un gioco quando si parla di questi esseri. il velo cadrà a breve e tutto sarà chiaro. fate le vostre ricerche per capire la situazione.

14 novembre 2009 | 06:17 | franz

Ho provato un grande dispiacere per il povero Zanfretta quando al Bivio è stato coinvolto in quella parentesi trash. Lui è rimasto inerme, quasi rassegnato all'idea di doversi prestare ancora una volta al ruolo di zimbello. Comunque stimo molto Ruggeri come artista e come persona e sono sicuro che rimetterà le cose a posto nel migliore dei modi nel prossimo appuntamento.

Lascia un commento






Migrare il contenuto del vecchio sito ha portato alla perdita di alcune informazioni, chiedo scusa anticipatamente agli autori di articoli e documenti qualora abbia, involontariamente, omesso di citarli.