Gen
18

Un quadro dell’ufologia italiana alle soglie del 2009

Inserito il 18 gennaio 2009 da Roswell in Ufologia

In Italia la ricerca ufologica popolare sembra essere in mano ai così detti ufologi.

Essi sono coloro che, dietro un’etichetta, un acronimo che indica la loro appartenenza ad una organizzazione dedicata allo studio della fenomenologia esogena al pianeta terra, dicono di svolgere attività di ricerca in tale campo.

Di sigle ufologiche in Italia ce ne sono state e ce ne saranno tante, forse troppe.

Queste sigle appaiono storicamente in forte contrasto tra loro e soprattutto in contrasto con la politica portata avanti dal Centro Ufologico Nazionale, il più vetusto ed ancora esistente gruppo ufologico dello stivale.

Apparentemente, la politica del Cun, rispetto al trattamento del fenomeno ufologico, non avrebbe dovuto sollevare le critiche degli ufologi italiani dissenzienti o diremo noi, non allineati.

Cosa c’è che non va in una organizzazione che sostiene di fare ricerca sul fenomeno ufologico e sostiene, sempre per bocca del suo onnipresente presidente Roberto Pinotti, di essere l’unico centro in Italia in grado di poter fare seria informazione?

Nei convegni del Cun inoltre si tende sempre a donare l’immagine di un Centro in perfetta armonia con le Istituzioni del Governo italiano.

Si fotografano gli esponenti del Cun con i Militari, si fanno interrogazioni parlamentari con i deputati di questo o quello schieramento politico, si collabora con la Protezione Civile: insomma gli Italiani sarebbero in buone mani.

Nemmeno il CNR sarebbe in grado di fare meglio nello studiare il fenomeno ufologico come fa il Cun e nemmeno Piero Angela sarebbe in grado di divulgare meglio i contenuti delle sue ricerche.

Il sito del Cun è uno dei siti ufologici più seguiti nel mondo. Con i suoi ben più di due milioni di visite.

Il Cun ha sedi in tutte le regioni d’Italia con decine e decine di persone che controllano il territorio, fornendo in tempo reale i dati al suo presidente ad al suo Direttivo.

Nel suo Direttivo inoltre c’è sempre un Generale dell’aeronautica militare italiana, in pensione. Dai tempi di Bordoni Bisleri, l’eroe della guerra mondiale, seguendo con Puccio Marcelletti, il fratello del noto cardiochirurgo, ed ora con Attilio Consolante, capace di parlare il russo fluently.

Il presidente del Cun ha un curriculum di tutto rispetto essendo giornalista, ricercatore aerospaziale, futurologo, scrittore, esperto in economia con un master preso in Svizzera, sociologo e profetologo come ci suggerisce una pagina a lui dedicata da Wikipedia.

(Continua a leggere l’aricolo su Ufomachine)

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento






Migrare il contenuto del vecchio sito ha portato alla perdita di alcune informazioni, chiedo scusa anticipatamente agli autori di articoli e documenti qualora abbia, involontariamente, omesso di citarli.