Dic
9

VOYAGER – Anteprima su Marte

Inserito il 9 dicembre 2010 da Roswell in Marte

Riceviamo e pubblichiamo con estremo piacere un ottimo articolo scritto ed inviatoci da Ennio Piccalunga.

L’otto settembre, su RAI2, Voyager ha trasmesso un servizio in merito alla possibilità di vita intelligente su Marte, con alcune mie precedenti interviste registrate ed un commento della nota astronoma Margherita Hack.

Di Ennio Piccaluga

Fig. 1

Fig. 1

Il servizio è stato realizzato con grande professionalità e posizionato nell’anteprima della trasmissione, con un commento di tutto rispetto e una grafica accattivante (Fig. 1).

Unico neo, ma non poteva essere diversamente, la durata, in assoluto più che giusta, ma nello specifico insufficiente a chiarire tutti i dubbi che sarebbero inevitabilmente sorti. L’interesse suscitato poi dal tema ha abbreviato ancora di più la percezione della durata dell’anteprima. Era inevitabile che alcuni scettici inveterati non si lasciassero sfuggire questa occasione per attaccare me e Giacobbo, accusato di divulgare informazioni senza fondamento e senza prove “scientifiche”. Su internet gli stessi “attivissimi” soggetti hanno scatenato una gazzarra che ha finito però per ritorcersi contro di loro. Uno dei forum che ha ospitato le polemiche è quello della prestigiosa rivista SCIENCE, versione italiana di Scientific American. In pochi giorni il forum ha realizzato un record nel numero di interventi: tuttavia dopo i primi, coordinati attacchi degli scettici, sono inaspettatamente intervenuti moltissimi agguerriti “difensori” che, con calma e competenza, hanno smontato le canzonatorie ma anche aggressive tesi dei cicappini (neologismo con cui vengono definiti coloro che sono iscritti all’organizazzione scettica denominata CICAP, ma anche quelli che vi aderiscono per formazione mentale). I difensori sono stati tantissimi, al punto che, con un’azione senz’altro inopportuna (ed anche molto…di parte), il gestore del forum, Claudia di Giorgio, si è sentita costretta (non si sa bene da chi o da che cosa) a chiudere il forum, senza alcuna giusta motivazione. Ciò la dice lunga su come viene gestita l’informazione “scientifica” in Italia. Questo articolo servirà, riguardo alla citata anteprima di Voyager, a chiarire i punti controversi che hanno indotto gli “skeptics” a scatenare la succitata gazzarra.

La prima motivazione è stata fornita dall’ipotesi che alle pendici dell’Olimpus Mons potessero esserci delle strutture artificiali. In effetti, mentre lo speaker ne parlava, sullo sfondo scorreva un’immagine che non evidenziava alcunchè di interessante (Fig. 2). Anzi, l’immagine visualizzata viene di solito da me adoperata per dimostrare in che modo gli Enti Spaziali possano occultare dei particolari di sospetta matrice non naturale. L’immagine giusta da palesare in quel frangente era invece quella della Fig. 3, in cui si intravedono due aperture rettangolari con, sulla destra, peculiarità dalla forma regolare e presuntivamente artificiale.Nella precedente immagine di Fig. 2 questi particolari (che dovrebbero trovarsi nella parte in basso del monte), come si può chiaramente notare, sono stati cancellati ……con il paintbrush da qualche grafico molto zelante (su ordine di chi?). Ovviamente, chi ha operato questa censura sperava che nessuno se ne sarebbe accorto. Su Ossimoro Marte ho chiarito esaustivamente gli aspetti di queste strutture ed il loro eventuale impiego con ipotesi logiche e difficilmente confutabili. La loro reale importanza è dimostrata proprio dai tanti, diversi tentativi messi in atto per far “sparire” quei particolari così spiacevolmente sfuggiti a coloro che hanno divulgato le prime, originali foto del Monte Olimpo (Fig. 4) inviate a Terra dalla sonda Nasa MGS.

Fig. 2

Fig. 3

Fig. 4

La seconda motivazione dell’ira degli scettici è dovuta ad una foto trasmessa dalla sonda americana MRO in cui sembra di poter osservare delle formazioni dendriformi assimilabili a piante di alto fusto (Fig. 5). Il rapporto Nasa su questa foto, a mio parere, rappresenta per antonomasia quello che si può considerare “un trucco” per rendere accettabile una grande bugia, servendosi di una piccola verità. La Nasa ha infatti affermato che quelle che sembrano essere piante non sono altro che “scolature di anidride carbonica che, sublimando per l’aumento di temperatura, trascina con se della terra scura, congelando subito dopo e generando, al volo, quell’effetto “dendriforme”.

Fig. 5

Fig. 6

Fig. 7

La piccola verità sta nel centro della foto dove è possibile osservare quelle che sono delle reali, palesi scolature di un liquido misto a sostanze scure (Fig. 6) che scivolano verso il basso. Partendo da questa evidenza si è tentato di far passare tutto quel “bosco” per scolature di CO2 sublimata, ignorando l’evidenza visiva del resto della foto (Fig. 7-8) che mostra ben altro. La mancanza di spirito critico della massa delle persone che prende per oro colato le affermazioni che vengono dagli Enti Ufficiali è servita a concretizzare una verità scientifica inesistente, in quanto il presunto fenomeno di sublimazione-scolamento-congelamento a temperature e pressioni mai sperimentate, evidenziato con tanta sicumera, è al momento indimostrabile e contraddice invece un’evidenza visuale incontestabile.

Fig. 8

Fig. 9

Fig. 10

Al massimo, potremmo considerare queste affermazioni come “ipotesi”. Ipotesi valide tanto, quanto quella, comunque più credibile, che possa trattarsi di piante. Gli stessi cicappini, in evidente malafede, si sono ben guardati dal commentare l’altra foto dell’Esa (Fig. 9 e 10) che pure è stata mostrata ed in cui è possibile notare, senza alcuna ambiguità, delle ramificate piante arbustiformi, nei pressi del cratere di Gusev (lo stesso nei cui pressi è stata osservata la ormai ben nota figura antropomorfa denominata la “sirenetta”). Nella fig.10 è possibile osservare, addirittura, il colore “verde” della clorofilla. Impossibile spiegare diversamente la presenza di questa dominante cromatica, del tutto inusuale nelle foto marziane riprese dalle tante sonde dei vari enti spaziali. Altrettanto interesse e clamore hanno suscitato i particolari di alcune foto della sonda europea Mars Express, relative a siti da me individuati nella Vallis Marineris (Fig. 11).

Fig. 11

Fig. 12

Fig. 13

In dette foto, dopo alcuni ingrandimenti, è possibile evidenziare, rispettivamente, una piramide a gradoni con sette livelli (Fig. 12) e torretta sulla sommità, del tipo di quelle costruite oltre cinquemila anni fa in mesopotamia, nonché quella che, a tutti gli effetti, sembra essere la pianta di una città (Fig. 13), sommersa dalla polvere, ma perfettamente riconoscibile. Qui la polemica ha raggiunto l’apice attribuendo ad artefatti di scansione l’evidenziarsi dei gradoni della piramide e delle linee parallele e verticali che sembravano disegnare la pianta della città. E così invieremmo costose sonde verso altri pianeti per poi disconoscerne la stessa evidenza visuale, risultato finale di tutte le sofisticatissime apparecchiature adoperate! Il fatto è che questi scientisti non si limitano a disconoscere la realtà ma si arrampicano su terminologie tecniche per “dimostrare” i loro assunti. E così i gradoni della piramide e le strade della città diventano “artefatti di scansione” nonchè visualizzazione dei pixel nell’ingrandimento, dimostrando di misconoscere il significato di queste terminologie. Gli artefatti di scansione sono un fenomeno reale che inficia alcune riprese digitali allorché vengono fotografate aree con forti dislivelli nel terreno che costringono le complesse apparecchiature fotografiche a rappresentare con dislivelli fittizi le accentuate differenze altimetriche.

Fig. 14

Fig. 15

Fig. 16

Nelle foto di Fig. 14 e 15 si vedono chiaramente detti artefatti che mai potrebbero essere non riconoscibili con immediatezza. Invece i livelli dei gradoni della piramide in oggetto sono palesemente reali e nulla può dimostrare il contrario. Quanto alla presunta pianta della città, è evidente che, trattandosi di un sito piano ricoperto da grandi quantità di polvere, i dislivelli che indicano la presenza dei “percorsi stradali” sono poco accentuati e riscontrabili quindi solo in particolari condizioni di luce radente, come in questo caso. Una foto ripresa dall’alto, senza qual gioco di ombre radenti, rischierebbe di appiattire tutto e di non visualizzare nulla. Nello stesso tempo, non può trattarsi di artefatti altimetrici di scansione proprio per l’uniformità del livello della “pianta”. Insomma, quello che vediamo è reale e non c’è alcun fenomeno ad inficiare l’oggettività del rilievo fotografico. Il servizio ha avuto anche l’onore di un commento della nostra astronoma nazionale, Margherita Hack (Fig. 16). Scettica, ovviamente, almeno a livello ufficiale. Ma di gran classe, va riconosciuto. Con la dovuta delicatezza ha attribuito la possibilità di presenze intelligenti su Marte a leggende che durano da tempo, e in effetti è dai tempi di Schiaparelli che si parla (e si teme) della presenza di “marziani”. Poi, sempre con soavità, ha ammesso la possibilità che da qualche parte nell’Universo possa riscontrarsi la presenza di vita, probabilmente solo a livello elementare, lasciando tuttavia la porta aperta ad ogni possibile opzione. Un intervento discreto, improntato alla prudenza e dettato da grande intelligenza. Non nascondo la mia ammirazione per questa grande donna, anche se non sono d’accordo con Lei in merito al riduzionismo inflitto alla famosa “Face” di Cydonia (Fig. 17).

Fig. 17

Fig. 18

Fig. 19

Fig. 20

Fig. 21

Fig. 22

E’ questo un argomento che cerco sempre di evitare proprio perché lo ritengo trito e abusato. Ma, visto che non ci si rende conto dei reali motivi della sua importanza, mi permetto di intervenire sull’argomento. La Hack ha ripetuto le tesi della Nasa secondo la quale la Face altro non sarebbe che un informe cumulo di terra senza niente di “umano”, in special modo dopo le recenti foto della HIRISE, la fotocamera ad altissima risoluzione montata a bordo della sonda americana MRO. Ma vediamole queste foto e cerchiamo di capire perché non sono oggettive. A volte i “trucchi” per nascondere la verità sono semplici, elementari, ma pur sempre efficaci. Il più banale è stato adoperato nella foto di Fig. 18, semplicemente mostrando la face “capovolta”. Considerando che la gran parte delle persone non si rende conto dell’accorgimento, nessuno riconosce più le fattezze antropomorfe. Poi, ingrandendo ulteriormente un pezzo della face (Fig. 19-20) lo si mostra (Fig. 21) dicendo che esso non ha alcuna sembianza antropomorfa. Provate ad ingrandire enormemente un pezzo della vostra guancia e vediamo se qualcuno vi riconoscerebbe una parvenza antropomorfa. In più, è stato tagliato fuori dal campo della foto il particolare più importante che ci consente di attribuire una connotazione artificiale all’altura: la linea sulla fronte. Se ci fate caso, nella face ci sono, ben disegnate, delle linee che definiscono con precisione sia il contorno esterno che quello dell’ovale del volto (Fig. 22). Questa è la vera, straordinaria valenza di questo volto umano, degradato dalle tempeste marziane e dai millenni, ma pur sempre riconoscibile dall’orbita marziana. Era questo il reale intento di chi l’ha costruito, con una straordinaria tecnologia in grado di modellare una montagna. Non avrei tanta sicurezza se non avessi studiato la traduzione alcune tavolette sumere. In una di queste si parla proprio di un viaggio su Marte (si, i Sumeri descrivevano viaggi spaziali con dovizia di particolari) dove, ritrovato il corpo di Alalu, una volta signore del

fig. 23

pianeta Nibiru, lo si seppellisce sotto una montagna, disegnandone poi sull’altura, con un “raggio”, il volto circoscritto nel casco spaziale (elmetto d’aquila), casco riconoscibile dal perfetto ovale del volto, raccordato con precisione ad una linea sulla fronte, difficilmente spiegabile con diverse motivazioni. Su Ossimoro Marte (Fig. 23) sono riportati i versi della IV tavoletta, riferiti proprio alla face di Cydonia, è difficile dubitarne; così come sono citati altri brani tratti dalle ataviche tavolette e riferiti a Marte in modo cosi rispondente da indurre ad abbandonare ogni incertezza. Non vorrei peccare di presunzione ma consiglierei agli scettici di studiare prima ciò che vanno a criticare. Quanto alla grande nostra astronoma, mai mi permetterei di consigliare la lettura di Ossimoro Marte (di cui, in ogni caso, ho riservato una copia, nel caso la richiedesse), ma penso di non peccare di irriverenza se le consigliassi di considerare lo studio di alcune traduzioni di tavolette sumere (la IV in particolare).

In questo scritto non c’è intento polemico nei confronti di alcuno, tantomeno verso gli Enti Spaziali NASA ed ESA che ringraziamo sentitamente per la documentazione fotografica resa disponibile e da cui è tratta la gran parte delle foto mostrate nell’articolo. Si ringrazia la trasmissione Voyager ed il suo conduttore, Roberto Giacobbo, per per la spettacolare anteprima “marziana” dell’otto settembre, raggiungibile dal sito www.elleepi.com/mars cliccando sull’apposito link.

Related Posts with Thumbnails

8 commenti per quento post

14 dicembre 2010 | 17:27 | Dany

Ragazzi ho trovato materiale su Victor e la TAI.. ci sono informazioni sulla provenienza degli alieni.

Questo è il suo sito 😀

http://www.victor-tai.tk/

16 aprile 2011 | 21:03 | Marisa Degandi

NON DESIDERO ESPRIMERE ALCUN PARERE; A COLORO CHE IN OGNI COSA VEDONO TRUCCHI……GRAZIE

15 luglio 2012 | 00:04 | Dario

Questo Piccaluga è solo un furbo, che fa i soldi vendendo un libro che andrebbe bene solo come spazzatura. Nessuna base scientifica, solo un elogio alla pareidolia, che a quanto pare affligge il personaggio…
Un mare di illazioni, complottismo spicciolo, nessuna competenza geologica, ma tantissime chiacchiere, spacciate per prove "inoppugnabili".
Vien da ridere al pensiero di quanta gente corra dietro a certi vaneggiamenti, senza neanche mettere in discussione le tonnellate di inesattezze e scempiaggini contenute nel libro di questo Piccaluga.
Il problema è che molti, stupidamente, continuano a credere che gli scienziati facciano parte di chissà quale complotto su scala mondiale… come se fossero tutti sul libro paga di qualcuno (forse Piccaluga potrebbe fare i nomi, eh eh).
Il guaio dell'ufologia, è che si nutre di chiacchiere, impressioni personali propagandate per certezze, mezze verità e complotti, propagandate da personaggi come il Piccaluga, sempre pronto a pubblicizzare il suo libro.
La scienza, al contrario di quel che molti pensano, non ha preconcetti ed apriorismi. Chiede solo di dimostrare quel che si dice, di formulare ipotesi suffragate da evidenze sperimentali. Nell'ufologia, chissà perché, questo non accade mai. Le uniche prove sono sempre le testimonianze di qualche "oscuro" informatore, foto sgranate e filmati tremolanti ed incomprensibili. Ci si può accontentare di questo?
Io penso di no, e ritengo che gli ufologi seri, non i cialtroni, debbano essere i primi ad appoggiarsi alla scienza per spiegare quello in cui credono, piuttosto che sentirsi sempre vittima di complotti, e per non essere considerati le "macchiette" in un confronto televisivo.
Invece, nell'ufologia si mischia di tutto: religione, complottismo, new age…
Mi chiedo quale sia il motivo di tutte quelle facce su Marte… la Terra è abitata per certo, e non ci sono così tante facce sparse ovunque, come "arcani" simboli o messaggi.
Semplicemente, le prove del Piccaluga sono semplice pareidolia, ovvero l'illusione subcosciente che riconduce la mente all'identificazione di forme inanimate e confuse (p.es. profili geologici) con forme note, spesso imposte dal desiderio di vedere quel qualcosa da parte di chi osserva.
E' un fenomeno comunissimo, normale.
Ma basare su questo la propria teoria secondo cui Marte era/è abitato, è francamente risibile.
Con più rigore e scientificità, l'ufologia ne guadagnerebbe, scrollandosi di dosso quell'aura da ciarlataneria che si porta.
Per capirci, proprio nei giorni in cui la scienza celebra la scoperta del Bosone di Higgs, questo è il tenore dei suoi articoli:
http://www.calameo.com/read/0005702007e0f9303e03a

Allora, come non pensare di essere alle solite, con l'ufologo di turno che afferma di possedere la verità, con tanto candore, affermando di essere come al solito vittima del complotto degli scienziati cattivi? Ma davvero pensate che la gente che passa tutta la vita a studiare certe cose, la cui complessità evidentemente sfugge al Piccaluga, possa essere ridotta ad un'immagine così meschina e ridicola?
Studiosi seri, gente preparatissima, che sa perfettamente di cosa parla e di cosa si occupa, non pseudo-ufologi da rotocalco!
Davvero vogliamo credere che lo scienziato sia davvero lo "scientista" di cui parla Piccaluga? Poi si lamenta se Margherita Hack, che non ha certo bisogno di presentazioni, gli ride bellamente in faccia!
Almeno, a ben guardare, la scienza i dubbi li ha e li ammette.
Il Piccaluga parla come se dalla sua bocca fluissero verità incontrastabili ed assolute…
Poi, però, finisce sempre a pubblicizzare il suo libro, e a piangersi vittima di un maledetto complotto planetario.
Chi sono i fessi?
http://mondogeologico.blogspot.it/2011/02/marte-l

15 luglio 2012 | 17:44 | MXendaborgh

Ci mancava il solito deficente…."so tutto io"…di un suddito del cicap…nasa..e compani…
……Guarda…..
.del…tuo pensiero…idiota..retrogado.."e velenoso"…NON Ce ne Può fregare di Meno..qui su roswell.it…..vai a rompere..e vomitare..la tua idiozia..da qualche altra parte….qui su roswell….non ci servono….i servi….dell'umanità..piu fallimentare…. che da 5o anni a questa parte… Quelli come te Rappresentano……

16 luglio 2012 | 13:25 | MXendaborgh

"aprioristicooo..Illusione..Subcoscienteeee"..TI PEnsi Intelligente?…Quelli come questo…Hanno una misera Radiografia…e stampo..del loro Limitato e marcio pensiero. Che…….Mi FAi SCHIFO……..Guarda che qui non siamo come dal tuo amico Paolo attivissimo.."odio perfino scrivere il nome"….o su siti come blogspot….o ancora peggio FOrgetomori….siti dove tra l'altro si viene moderati….e non viene dato ovviamente modo di confutare…la loro vile..e meschina…"Di Loro SI"…,,LAscio qui con frase tronca ….ci sarebbe da scrivere un libro…..ma ho troppo il nervoso….spero che altri si facciano sentire..,,,"Complottisti…sto deficente…che parla come parlano tutti….sto beone da calcio e da tivù..e telegiornali preconfezionati…..MA Quanto Li ODIOooo…Quelli….:Come..Te……..Perchè ce tutta 1 questione di vita….dietro tutto questo discrso…Pensa NON Vado in Siti Dove Mi Viene Il Sangue Marcio talmente mi fanno ribollire….le loro malignità…per POI Doverlo vedere QUI??…Su Un Sito…che reputo….Come…Un Insieme a Parte?….

16 luglio 2012 | 13:26 | MXendaborgh

Perchè Non Viene MOderato..TAGliato..Schifatooooo!!!..Esattamente come fanno LORO Su Siti come il disinformatico..di quel verme amico Di questo Idiota…?!!…Solo quello vorrei sapere…??…O Preferite…che MXendaBorgh…se ne vada anche da qui…..e si riempia Poi il sito…di Maligni come questo….Si?….
Non E giusto…che…"gente come questa"…venga qui a dire praticamente che quelli che scrivono qui…son tutti degli idioti…Spero siate daccordo su questo..ALMENO…..Fatevi Sentire….Non Deve farla franca 1 come questo…
Tra l'altro…"VORREI PROPRIO..:SAPERE…….!!?" come ha fatto…questo Maligno….Idiota…A mettere il suo marcio pensiero..(("SENZA DOVERLO Suddividere in più messaggi"))Visto CHE IO Ho DOVUTO FARLO…E???!!..Questo Me Lo DEVI Proprio Spiegare Roswell……Come ha Fatto a Scrivere un Messaggio così Lungo senza Doverlo Suddividere …Non Ho PArole…

19 luglio 2012 | 18:01 | MXendaborgh

Se Volete commentare…non abbiate paura..a fare l'iscrizione..ad esempio su intensdatabase…se proprio non volete farla tramite "facciadalibro"…perchè e ovvio che non tutti vogliono far vedere il loro volto….LO dico…perchè spesso vado sul forum e vedo che ce spesso chi si vorrebbe registrare…e magari lo vorrebbe fare con il sito..perchè..c'è forse la paura di foto di fbk…o anche solo quella di dover lasciare un indirizzo "email"..a questo proposito….. Per tranquillizzare…dico solo che il vostro indirizzo di posta….non verrà in alcun modo…preso d'assalto da pubblicità…o cose simili…anchio avevo timore….per questo lo dico…sono uno come voi….quindi se volete commentare….iscrivetevi..su intensedatabase…senza timore…..Saluti…
…MaurolloXendaBorgh..

22 gennaio 2013 | 16:44 | astralogcreation

mi vergogno di tale maleducazione, ignoranza ed arroganza nel criticare una persona che neanche conoscono personalmente fatevi una ricerca su internet consultate gli archivi della FBI, e leggete il mio libro e forse imparerete qualcosa, l educazione non posso insegnarvela ma almeno imparerete a ragionare con la testa anziche col piselo e rispettare questo blog, che comunque e ben preparato e ben artciolato.
Complimenti per il blog e chi ha comentato andate a scuola di educazione e guardate cosa realmente sta succedendo invece di guardarvi i porno!!!!!!scusate ma quando ce vo ce vo

Lascia un commento






Migrare il contenuto del vecchio sito ha portato alla perdita di alcune informazioni, chiedo scusa anticipatamente agli autori di articoli e documenti qualora abbia, involontariamente, omesso di citarli.