Archivio della categoria 'Cronaca'

Ago
2

OnLine archivio foto sbarco Luna

Inserito il 2 agosto 2007 da Roswell in Cronaca

Archivio foto sbarco LunaScatti missioni Apollo dal 1968 al 1972 disponibili in rete

Dopo 40 anni dalla ‘passeggiata’ sulla Luna, sono disponibili su http://apollo.sese.asu.edu le foto scattate dagli astronauti dell’epoca.

La Nasa, in collaborazione con l’universita’ dell’Arizona, ha messo a disposizione del pubblico l’intero archivio delle missioni Apollo fra il 1968 e il 1972. Sul sito si possono vedere sia gli scatti fatti dalla superficie lunare che dallo spazio, e ‘navigare’ all’interno delle foto con la stessa risoluzione degli originali.

Ago
1

In un prossimo futuro voleremo su un UFO ?

Inserito il 1 agosto 2007 da Roswell in Cronaca, Varie
In un prossimo futuro voleremo su un UFO ?

Il classico disegno dei velivoli, tanto familiare fin dai primi anni del 20simo secolo sta per lasciare il passo: presto la ricerca terminerà i lavori su nuovi sistemi aerei in grado di trasportare passeggeri in tutto il pianeta utilizzando molto meno carburante.

Uno fra tutti l’esempio del Velivolo della Boeing’s, oggi in fase di test.

Oggi un gruppo di ricerca della Delft University of Technology in Olanda si è formato col preciso obiettivo di consegnare ai libri di storia il prossimo ‘design’ dei velivoli: il Progetto CleanEra (questo il suo nome) sta studiando i velivoli privi di ali, con propellente high-tech e aspetto ‘da UFO’ per produrre un aereo di linea che riduca drasticamente i consumi, le emissioni di CO2 e perfino i rumori. (Continua…)

Lug
16

Si torna a parlare del caso Zanfretta

Inserito il 16 luglio 2007 da Roswell in Cronaca

ZanfrettaE’ la prima volta nella storia della televisione che un programma viene «rifatto» su pressione del pubblico. L’edizione rinnovata della puntata del Bivio andrà in onda lunedì 16 alle 23:30 su Italia 1 e si potranno vedere gli interventi in studio fatti dagli ospiti invitati proprio per parlare delle misteriose avventure con presunti alieni sulle alture di Genova da parte di colui che ormai è l’ex metronotte più famoso d’Italia, appunto Pier Fortunato Zanfretta.
La nuova versione del Bivio, tuttavia, non è affatto casuale. Essa nasce invece dall’accordo firmato tra la Quadriotivù, società che produce il programma per conto di Mediaset, e il giornalista Rino Di Stefano (autore del libro «Il caso Zanfretta – La vera storia di un incredibile fatto di cronaca», De Ferrari Editore) che aveva promosso un’azione legale contro la Quadriotivù per aver alterato i contenuti del programma nella prima versione andata in onda nel febbraio scorso. Infatti in quell’occasione, nonostante in fase di registrazione del programma nello studio vi fossero stati diversi interventi tra Alessandro Cecchi Paone, Rino Di Stefano, il biologo Giorgio Pattera e l’ufologa Emy Balbi, nella versione finale mandata poi in onda, questi interventi erano spariti ad eccezione di una specie di show improvvisato tra Cecchi Paone e una signorina che sosteneva di vedere alieni tutti i giorni. (Continua…)

Lug
10

Nello spazio alla ricerca di vite strane

Inserito il 10 luglio 2007 da Roswell in Cronaca, Spazio

afp_10746476_56590.jpgLa ricerca di nuove forme di vita nello spazio deve diventare più creativa. L’equazione acqua uguale vita potrebbe essere riduttiva, o addirittura obsoleta, e impedirci di osservare organismi diversi, “strani”, che magari per sopravvivere sfruttano sistemi diversi da quelli a noi noti ed osservabili sulla Terra.

A lanciare l’appello per un approccio più aperto, meno dogmatico alle esplorazioni spaziali è un gruppo di scienziati americani in un rapporto del National Research Council, commissionato dalla Nasa all’organismo indipendente, che fornisce consulenze al governo americano in materia scientifica.

Quelle che gli scienziati definiscono proprio forme di vita strane, weird life, nel rapporto “The limits of Organic Life in Planetary System”, potrebbero, ad esempio, non usare l’acqua come elemento fondamentale per la sopravvivenza, ma altri liquidi considerati improbabili, come l’ammoniaca. O non utilizzare il DNA o l’RNA per codificare le informazioni di base che permettono loro di replicarsi e di mutare, come accade invece per le forme di vita sulla terra; o ancora, non sfruttare neppure quelle molecole che normalmente consideriamo la base della vita. E il rischio di un approccio che segue esclusivamente il noto è di non farci riconoscere organismi di tipo differente, anche se ci stanno davanti agli occhi. (Continua…)

Lug
9

Roswell 2007, il festival degli ufo

Inserito il 9 luglio 2007 da Roswell in Cronaca

ap_10754840_33360.jpgUfologi di tutti il pianeta ridestatevi! Potrebbe essere stato questo lo slogan del Roswell Ufo Festival, che si è tenuto dal 5 all’8 luglio nell’omonima cittadina del New Mexico, meta culto per quanti non hanno mai smesso di credere agli extraterrestri. Sin dal lontano 2 luglio del 1947, quando i rottami di un presunto disco volante vennero ritrovati nel Foster Ranch di Corona, circa 120 Km a nord-ovest di Roswell.

Da allora tra ricostruzioni ufficiose e smentite ufficiali, l’alone di mistero è rimasto. C’è ancora chi giura sul ritrovamento di presunti extraterrestri, equipaggio del disco precipitato, e altri che riconducono l’intera vicenda a un’operazione dell’Aeronautica Militare statunitense, il progetto Mogul. Qualche anno fa anche una serie televisiva, “Roswell” appunto, è diventata un vero e proprio cult tra i più giovani. (Continua…)

Lug
4

UFO made in USA

Inserito il 4 luglio 2007 da Roswell in Cronaca

Prototipo UFO USAl Pentagono è ossessionato dai dischi volanti? Al momento non è possibile dare una risposta, ma sta di fatto che si stanno investendo molti fondi nel tentativo di costruirli. L’ultimo esempio è il contratto che l’ente americano ha stilato per realizzare il “GFS Projects”. La sigla sta per Geoff’s Flying Saucer, e indentifica la costruzione dell’ aeromobile in grado di sollevarsi dal suolo, librarsi in aria, muoversi a zig-zag e atterrare dolcemente. Operazioni che nel dettaglio ricordano gli aneddoti legati all’uso dei dischi volanti. Per ora il prototipo di disco volante è poco più grande di un girello per bambini e potrebbe essere utilizzato in un film da fantascienza.
Tuttavia ciò che conta è che vola e si sta già lavorando alla sua ulteriore evoluzione. Il suo volo avviene sfruttando l’effetto Coand, scoperto nel 1950 dall’ingegnere aeronautico rumeno Henri Coand (1885 – 1972), che si interessò al fenomeno dopo aver distrutto un prototipo di aeroplano da lui sviluppato e riguarda un particolare comportamento dei fluidi. Nel disco volante del Pentagono un ventilatore interno spinge l’aria verso l’alto, dirigendola attraverso gli ugelli che si trovano nella parte superiore del velivolo. A questo punto l’aria fluisce verso il basso lungo la superficie curva (è questo l’effetto Coand%u0103), spingendo l’aeromobile verso l’alto. Le alette lungo i lati mantengono la direzione voluta. Il disco volante possiede proprietà che lo rendono “attraente” per usi militari come velivolo di sorveglianza senza equipaggio, anche se potrebbe essere impiegato in numerosi lavori civili.
(Continua…)

Giu
19

Saint Vincent: prima conferenza di Patenet

Inserito il 19 giugno 2007 da Roswell in Cronaca

Saint VincentJacques Patenet, l’ufologo francese tra i piu’ citati nel mondo, per la prima volta in assoluto partecipara’ ad una conferenza pubblica. Sara’ infatti ospite del convegno internazionale: ”1947-2007, sessant’anni di ufo”, in programma da oggi a domenica prossima a Saint Vincent, in Valle d’Aosta. Sabato mattina, al centro congressi del Grand Hotel Billia di Saint Vincent, Jacques Patenet parlera’ sul tema: ”Avete detto Ufo? La storia e i dossier della commissione ufficiale di studio francese”. Patenet dirige il Geipan, il gruppo governativo francese costituito nell’ambito del Cnes per lo studio dei fenomeni aerei non identificati, che da settimane ha iniziato a divulgare su internet i propri dossier. A Saint Vincent l’ufologo esporra’ in prima assoluta le conclusioni di 30 anni di indagini. (Continua…)

Giu
19

Lombardia: la regione con più avvistamenti

Inserito il 19 giugno 2007 da Roswell in Cronaca

LombardiaLa Lombardia, con oltre 2.000 casi, e’ la regione italiana dove, negli ultimo 60 anni, e’ stato registrato il maggior numero di avvistamenti di Ufo, e’ seguita da Toscana, Emilia Romagna e Piemonte con un numero di avvistamenti che varia da 1.800 a 2.000, anche se il primo avvistamento e’ stato registrato a Roma l’8 luglio 1947 come riportano le cronache del Secolo XIX. In 60 anni, nel Lazio sono stati segnalati 1.600 Ufo. Più in generale sono quasi 19.000 i casi di presunti UFO schedati sino ad oggi dal Centro Italiani Studi Ufologici (CISU). ”Un’ampia percentuale può essere spiegata, ma resta il 10% circa di episodi non identificati” hanno precisato gli organizzatori del convegno internazionale: ”1947-2007, sessant’anni di Ufo’, in corso a Saint Vincent, che oggi hanno diffuso i dati più recenti. Le regioni meno apprezzate dagli Ufo sono la Basilicata (meno di 50 avvistamenti), la Valle d’Aosta (52) ed il Molise (un centinaio). (Continua…)

Mag
28

La NASA nasconde gli alieni

Inserito il 28 maggio 2006 da Roswell in Cronaca

Gary McKinnonGary McKinnon ha violato i sistemi di sicurezza della Nasa, ed ha divulgato i segreti dell’agenzia spaziale.
La NASA nasconderebbe le prove sull’esistenza degli alieni.

Secondo alcuni giornali, il pirata informatico, al termine del suo attacco, ha dichiarato:

“Hanno la chiave per un’energia inesauribile e molte foto di astronavi. Negli archivi conservano molte fotografie di astronavi aliene. Altre le cancellano per nascondere la verità”.

[ via News.com.

Apr
19

Telescopio a caccia di alieni

Inserito il 19 aprile 2006 da Roswell in Cronaca

Telescopio a caccia di alieniUn telescopio avrà l’incarico di scovare gli alieni.
Si tratta di un progetto inaugurato oggi dall’osservatorio di Hardward degli Stati Uniti. Il suo compito sarà quello di scandagliare l’Universo a caccia di segnali radio, inizialmente lo strumento erlustrerà la Via Lattea.
Il telescopio e’ dotato di uno specchio primario di 1 metro e 80 centimetri.