Ott
21

Le trame del Mj-12

Inserito il 21 ottobre 2005 da Roswell in Congiure, Ufologia

Majestic 12MJ-12 è un’operazione “ultra top secret” di ricerca e sviluppo dell’Intelligence; MJ-12 fu istituito il 24 settembre 1947 dal Presidente Truman e, nel 1954, elevato a Comitato dal Presidente Eisenhower, all’interno del National Security Council (NSC – Consiglio Nazionale per la Sicurezza) con un Ordine Esecutivo Segreto, Order Number 54-12. Il National Security Council lo denominò Comitato 54-12, con il Presidente responsabile dell’approvazione di tutti i “black projects” (progetti ombra). Da allora il Gruppo MJ-12 è stato denominato Comitato Speciale, Comitato 303 e, attualmente, Comitato 40. È definito il Direttorato del NSC. Il Comitato 40 8PI-40 accede alla tecnologia avanzata e ai gruppi di lavoro tesi alla esecuzione di “cover-ups”. Nel passato, Henry Kissinger era a capo di questo comitato (Nome in codice The Overseer – Sovrintendente). Operation Majority CR-20M7/6.2 – FILE: MTR/K-25 MWC/JL – FMWC/1972USN “Operation Majority” è il nome dell’operazione responsabile di tutti gli aspetti, il progetto e le conseguenze della presenza aliena sulla Terra. “Majesty” fu catalogato come nome in codice, per il Presidente degli Stati Uniti, per le comunicazioni relative a questa informazione. Continua…

Ott
21

Abduction – Relazione sul caso “Piero”

Inserito il 21 ottobre 2005 da Roswell in Rapimenti ed impianti, Ufologia

image7.jpgIl fenomeno ufologico, strano ed accattivante nel suo genere, desta molta curiosità nelle persone, appassionate e non. In altre può creare crisi mistiche o mistificanti, fino al punto di indurre le persone che si trovano davanti ad un fenomeno che può essere spiegato scientificamente, a pensare che si tratti del solito ufo che viene a farci visita. E’ in quel frangente che molte di queste persone, si rivolgono a noi ufologi, attendendosi una risposta quantomeno positiva sulla loro esperienza. Forse si aspetteranno che avalliamo queste “crisi mistiche” dando loro la speranza e la gioia di essere stati scelti da chissà quale civiltà aliena per essere loro portavoce terreno.
Continua…

Ott
21

Extraterrestri nella preistoria

Inserito il 21 ottobre 2005 da Roswell in dal passato, Ufologia

Jugoslavia, monastero di Visoka DecaniIn un’antica icona di stampo medievale possiamo osservare una lancia infuocata posarsi sul monte Sinai causando un incendio, dinnanzi a un esterrefatto rabbino.
O se ci portiamo in Jugoslavia, nel monastero ortodosso di Visoka Decani, troviamo un affresco trecentesco che illustra la morte di Cristo sul Golgota ed, alle spalle di Cristo, due uomini che sembrano inseguirsi dentro strane astronavi a forma rispettivamente di sole e di luna.
Sebbene molte di queste opere pittoriche possano in realtà essere rilette più convenzionalmente ( gli angeli in astronave di Decani potrebbero essere due beati dentro gli astri, secondo una concezione eretica catara), i continui ritrovamenti di raffigurazioni insolite hanno generato la ‘clipeologia’. Si tratta di un settore dell’ufologia che trae il suo nome dai clipei ardentes, gli ‘ scudi infuocati’ descritti dallo storici latino Tito Livio nei suoi Annali, scudi e travi che sfrecciavano in cielo spaventando la popolazione, che li interpretava come cattivi presagi. Continua…

Ott
20

Il progetto seti home

Inserito il 20 ottobre 2005 da Roswell in Varie

I dati acquisiti nell’ambito del progetto Serendip IV, tramite il radiotelescopio di Arecibo, sono trasferiti al centro operativo e da qui distribuiti, tramite Internet, ai computer grandi e piccoli che in tutto il mondo provvedono ad analizzarli con il salva schermo http://setiathome.ssl.berkeley.edu/

L’evoluzione di un impegno scientifico decennale

SetiSono trascorsi oltre quarant’anni dalla pubblicazione su Nature, il prestigioso settimanale scientifico inglese, dell’articolo firmato da Giuseppe Cocconi e Philip Morris: “Searching for Interstellar Communications” nel quale si descriveva, per la prima volta, una realistica strategia da impiegare nella ricerca di intelligenze extraterrestri. Gli autori proponevano di esaminare i segnali radio intorno a 21 centimetri, la lunghezza d’onda cui corrisponde una tipica linea di emissione dell’idrogeno non ionizzato, provenienti dalle stelle più vicine e simili al Sole. La medesima idea stava indipendentemente occupando anche i pensieri di Frank Drake che poco dopo, puntando l’antenna da 85 piedi del radiotelescopio di Green Bank verso la stella tau-Ceti, dava inizio al progetto Ozma, dal nome del mago Oz (personaggio dei racconti per l’infanzia ideato da Frank Baum). Continua…

Ott
19

Avvistamento UFO nel cielo di Penitro

Inserito il 19 ottobre 2005 da Roswell in Avvistamenti

E’ una sera di luna piena, cielo limpido, niente nubi, eppure quelle luci grandi e ravvicinate (osservate anche con il cannocchiale, erano immobili..

Qualcuno ha dapprima detto che poteva essere un pianeta , tra l’altro luminosissimo rispetto alle stelle più in alto; altri hanno affermato che poteva trattarsi di uno strano aereo fermo nel cielo (strano ..per quasi un’ora!). Più tardi, però, E’ SPARITO…DILEGUATO NEL NULLA.

[ via TeleFree ]

Ott
17

Sollevato da un fascio di luce!

Inserito il 17 ottobre 2005 da Roswell in Rapimenti ed impianti, Ufologia

Fascio di luceLe prime pietre documentarie della casistica italiana degli Incontri Ravvicinati, nell’immediato dopoguerra, furono notoriamente rappresentate, in assenza di organismi specificamente dediti allo studio della materia, dalle singole testimonianze raccolte da riviste di cultura e quotidiani, i cui resoconti e commenti, consegnati alla memoria storica, avrebbero successivamente consentito di ricostruire gli eventi più significativi in tale contesto verificatisi, quelli cioè collegati alle manifestazioni degli occupanti dei dischi, all’epoca recepiti dall’immaginario collettivo come i marziani.

Si trattava tuttavia di reportage che, per quanto completi ed obiettivi potessero essere nei contenuti, erano regolarmente redatti all’insegna di un interesse perlopiù folcloristico o di mera curiosità verso gli strani accadimenti, sovente presentati nella cornice ironico bonaria delle celebri tavole di copertina di Walter Molino, e di altri disegnatori- ed in quanto tali non certamente spia di un’insorgente consapevolezza ufologica del giornalismo italiano dell’epoca, conditio peraltro cui quest’ultimo a ben cinquant’anni di distanza è ancora ben lungi dal pervenire, contraddistinto com’è a tal riguardo, in sin troppi casi, da malafede, trivialità ed indecorosi baciapilismi nei confronti dell’ideologia dominante, e quindi vittima più in generale di una vera caduta di stile rispetto ad un modello che per quanto naive, era in fin dei conti genuino.
Continua…

Ott
17

La lunga notte dei coniugi Hill

Inserito il 17 ottobre 2005 da Roswell in Rapimenti ed impianti, Ufologia

Coniugi HillQuando qualcuno afferma di essere entrato in contatto con degli “esseri umani” a bordo di un UFO, la sua testimonianza deve essere studiata più di qualsiasi altra, perché questo è un campo nel quale soggetti fantasiosi e umoristi spesso si sbizzarriscono. Nondimeno certi casi sono veramente degni di interesse, come l’esperienza vissuta dai coniugi Hill. È una storia curiosa e la sua analisi non permette di definire con esattezza se Barney e Betty Hill abbiano veramente incontrato degli extraterrestri o meno.
Tutto è successo nella notte tra il 19 e il 20 settembre 1961, allorché gli Hill tornavano con il loro cane Delsey da un viaggio in Canada. Verso le 22.00 con la loro auto avevano da poco lasciato un ristorante e stavano attraversando le White Mountains per raggiungere il loro domicilio a Portsmouth, nel New Hampshire quando, verso Lancaster, la loro attenzione fu attratta da una luce il cui comportamento non sembrava normale. Continua…

Ott
12

Enigmi Storici

Inserito il 12 ottobre 2005 da Roswell in dal passato, Ufologia

Enigmi StoriciIn Es 19, 16 leggiamo: “e appunto al terzo giorno, all’alba, vi furono tuoni, lampi, una nube densa sopra il monte, e un suono fortissimo di tromba…”
E più avanti, ai versetti 18-19: “Ora il monte Sinai fumava tutto, perché lahvé .era sceso su di esso nel fuoco, e il suo fumo saliva come il fumo di una fornace: tutto il monte tremava fortemente. Il suono della tromba diventava sempre più grande: Mosè parlava, e lahvé gli rispondeva con dei tuoni.”
È esattamente lo stesso linguaggio di Plinio: i due autori stanno forse parlando dello stesso genere di cose?
Per quanto riguarda poi quello che dice Plinio nel capitolo 56, a proposito di strani fulmini che distruggevano sistematicamente ed esclusivamente le fortificazioni militari, leggiamo in Gios 6, 20 a proposito della distruzione di Gerico: “Ed avvenne che, come il popolo ebbe udito il suono della tromba ed ebbe lanciato un grande grido di guerra, le mura della città furono distrutte.” Continua…

Ott
9

Spielberg ci ripensa

Inserito il 9 ottobre 2005 da Roswell in Ufologia

“Ciò che non mi ha convinto – aggiunge il regista statunitense – sono le prove successive. A differenza degli anni ’70, abbiamo milioni di fotocamere e prove migliori. Le immagini di Ufo di 30 anni fa non sono cambiate, riferendosi a oggetti concreti, ma non comprovano necessariamente una tecnologia extraterrestre”.

Dunque ci ripensa… (NDR)

L’autore dell’intervista, Alex Chionetti, fa riferimento anche all’ultimo film di Spielberg, “La guerra dei mondi”, chiedendo al regista come spiega la possibilità di potersi trovare di colpo profughi e sbandati in America, così come descritto nel film. “E’ una situazione – risponde Spielberg – che si può verificare soprattutto in occasione di disastri naturali, come uragani e terremoti, fenomeni che hanno negli Stati Uniti un forte impatto psicologico sulla popolazione. Una delle immagini che mi ha ispirato per il film è stata quella in cui, dopo il crollo delle Twin Towers, la folla abbandona Manhattan attraverso il ponte George Washington, in fuga da un attacco inatteso e fulminante. Questa esperienza è ripresa nel film, con la gente che corre come fra le colline, incalzata da un nemico invisibile, nonostante il passaggio continuo e incombente di aerei militari”.

[ via ANSA ]

Ott
7

Gli Ufo nel Cinema

Inserito il 7 ottobre 2005 da Roswell in Ufologia

Il cinema, mezzo artistico e di comunicazione fra i più giovani, è sempre stato coinvolto nella rilettura di avvenimenti storici, politici e sociali fino dalla sua comparsa alla fine dell’800.

In sostanza è sempre stata premura degli autori comunicare sensazioni, stati d’animo, fecendo leva su tematiche proprie dell’epoca stessa (come i polizieschi degli anni 70 in cui per scuotere lo spettatore si fotografava la realtà,e la si gonfiava secondo i gusti) oppure su vicende totalmente estemporanee da rasentare o addirittura sfociare nel fiabesco. E dal fiabesco si passa direttamente al fantasy, un genere cavalcato negli anni da registi e sceneggiatori e che ultimamente, grazie alla tecnica degli effetti speciali , si va sempre piu’ raffinando e diffondendo.
Continua…