Lug
21

I primi dischi volanti

Inserito il 21 luglio 2004 da Roswell in Avvistamenti, Ufologia

Dischi volantiNel 1947 ci furono parecchi casi di avvistamento di UFO nel mondo, ma nes- suno catturò l’immaginazione popolare come quello di cui fu protagonista un uomo d’affari statunitense, Kenneth Arnold.
Arnold veniva dall’Idaho, vendeva apparecchiature antincendio forestali che egli slesso progettava: un lavoro per cui doveva recarsi spesso in aereo dai suoi clienti sparsi negli Stati nordoccidentali degli USA. Al punto che prese il brevetto di volo e acquistò un piccolo aereo che guidava egli stesso.
IL 24 giugno 1947 Arnold concluse un affare a Chehalis, nello Stato di Washington, dopo di che decollò col suo aereo “Callair”, diretto a Yakima. Voleva recarsi sopra la Catena delle Cascate per cercate i resti di un aereo da trasporto che si era perso qualche settimana prima: era stata offerta una ricompensa per chi l’avesse trovato e Arnold aveva il brevetto di pilota per soccorso aereo. (Continua…)

Lug
20

Captati dai Radar

Inserito il 20 luglio 2004 da Roswell in Avvistamenti, Ufologia

Captati dai RadarII 21 dicembre 1978 i comandanti Vern Powell e John Randle stavano pilotando due aerei da trasporto Argosy da Blenheim a Dunedin, in Nuova Zelanda, quando comunicarono di avere avvistato parecchi UFO. Segnalazioni del genere da parte di piloti sono tutt’altro che insolite, ma questa volta c’era una prova concreta che ne confermava le affermazioni: gli UFO, infatti, erano stati rilevati anche dai radar. Il control-lore del Servizio traffico aereo dichiarò: «A un certo punto i nostri radar segnalavano cinque oggetti piuttosto grossi dove invece non a-vrebbe dovuto esserci nulla». (Continua…)

Giu
27

Tipologie di avvistamento UFO

Inserito il 27 giugno 2004 da Roswell in Avvistamenti, Ufologia

images4.jpgI casi di avvistamento UFO sono particolarmente variegati, anche in considerazione del fatto che si basano fondamentalmente su testimonianze umane e non su registrazioni meccaniche. E’ stato comunque necessario cercare di ricondurre tali avvistamenti in categorie basate fondamentale sulle caratteristiche descrittive delle osservazioni e sulla distanza intercorrente tra testimone e fenomeno. In questo modo sono stati creati dei raggruppamenti di segnalazioni tra loro relativamente omogenee e, quindi, teoricamente adatte a delle analisi statistiche. Nonostante l’esistenza di altre proposte, la classificazione al momento più usata e’ quella sviluppata nei primi anni settanta da J.A.Hynek. Pur essendo talvolta piuttosto generica ed incapace di descrivere la complessità del fenomeno UFO, rimane comunque un sistema di riferimento universalmente impiegato da praticamente tutti gli studiosi della materia.
(Continua…)