Set
5

Le statuette di Acambaro

Inserito il 5 settembre 2007 da Roswell in Misteri

Le statuette di AcambaroNel 1944, ad Acambaro, nelle vicinanze di Città del Messico, Waldemar Julsrud scopri in mezzo al terreno alcuni frammenti di ceramica, fatti affiorare dalle piogge.
Da sempre appassionato di arte Waldemar Julsrud organizzò subito una squadra che, tra il 1944 ed il 1952, riportò alla luce 33.500 statuette.Le statuette di Acambaro
Le statuette ritraevano uomini e creature mostruose che ricordavano moltissimo i dinosauri. Il mondo archeologico, venuto a conoscenza della cosa, rimase stupito dal ritrovamento. Alcune statuette ritraevano uomini a cavallo di dinosauri o donne che allattavano cuccioli di dinosauro. Dato che questi animali preistorici si erano estinti molti millenni prima della comparsa dell’uomo sulla Terra gli archeologi affermarono che le statuette erano il frutto dello scherzo di un buontempone, e fecero cadere la faccenda.
Solo nel 1954 l’Instituto Nacional de Antropologia e Histo-ria commissionò un nuovo studio a quattro esperti che giudicarono autentiche le statuette, pur ribadendo l’impossibilità di un qualsiasi contatto fra uomini e dinosauri.
Fortunatamente, negli anni successivi, qualcuno si dedicò, con atteggiamenti più aperti, allo studio delle statuette.
Charles H. Hapgood si recò diverse volte nel luogo del ritrovamento dei manufatti per cercare di trovare una soluzione all’enigma. (Continua…)

Ago
30

Gli oggetti misteriosi della Lunigiana

Inserito il 30 agosto 2007 da Roswell in Misteri

Gli oggetti misteriosi della LunigianaUno dei simboli più famosi della Lunigiana è la statua stele, una statua di pietra che sembra rappresentare figure maschili e femminili con armi o oggetti per il lavoro e con la testa a forma di mezza luna. Queste opere tipiche della zona risalgono a tempi antichissimi e nono sono molto chiare chi fossero veramente i loro creatori e le loro origini. Per ora possiamo solo basarci sulle teorie che ci hanno detto gli esperti e gli storici, che di prove ne hanno veramente poche.

Dalla preistoria e fino alla protostoria le popolazioni che hanno abitato la Val di Magra e in tutta la Lunigiana sono state caratterizzate dal culto delle statue stele. (Continua…)

Ago
25

Roccatederighi: Sotto Terra UFO di… ARGILLA

Inserito il 25 agosto 2007 da Roswell in Misteri

argilla.jpgIl geologo Luca Bonelli aveva ragione a non sbilanciarsi.
Alla fine lo scavo ha confermato le sue sensazioni.
La massa ad elevata conducibilità rilevata da un’indagine geoelettrica svolta nel gennaio scorso ai Sodi era una formazione naturale di argilla nera, con calcari a palombini.
In pratica una lingua di silicati, completamente diversa dal resto del terreno, resa altamente conducibile da un’infiltrazione millenaria e sotterranea di acqua.
“Sì, è così. L’anomalia qui è evidente – conferma Bonelli – d’altra parte, e lo dico per rispetto del lavoro del collega che ha fatto la scoperta, anche a me non era mai capitato di rilevare formazioni di galestro impregnato di acqua così definite, circoscritte nella stratigrafia, peraltro in un luogo dalla conformazione atipica.
Capisco quindi che si possa aver pensato fin dall’inizio a qualcosa di antropico, perché effettivamente c’erano i presupposti.”

(Continua…)

Ago
25

Massa ferrosa di Roccatederighi: Aggiornamento

Inserito il 25 agosto 2007 da Roswell in Misteri

Arrivo un po in ritardo, visto che sono stato in vacanza :-), comunque sono stati effettuati scavi a Roccatederighi che hanno chiarito il mistero: Argillite.

Quindi nel sottosuolo non si nascondeva un bel niente, la scavatrice ha riportato alla luce una sorta di roccia molto scura, argillite appunto.
Mistero risolto o insabbiamento di prove ?

Ago
24

Azzo: L’ultimo Neandertaliano ?

Inserito il 24 agosto 2007 da Roswell in Misteri

AzzoQuesta storia risale a più di 70 anni fa, troppi per poter risolvere il mistero di Azzo e delle sue origini: Azzo Bassou, infatti, è ormai morto da molto tempo.
Questa creatura, dai tratti umanoidi, venne scoperta nel 1931 in Marocco, a sud di Marrakesh.
Chi l’ha conosciuto di persona l’ha definito, senza mezzi termini, come «l’idiota selvaggio, che viveva in una caverna e che si nutriva esclusivamente di carne cruda».
I tratti somatici di Azzo non corrispondevano a quelli di nessun gruppo etnico moderno: con la fronte sfuggente e il naso largo e prominente, ricordava in maniera impressionante un neandertaliano o un pitecantropo.

Quali erano le orgini di Azzo?
Si trattava veramente di un antenato preistorico dell’uomo, l’ultimo rappresentante di un ramo laterale, non ancora estinto, come sosteneva insistentemente qualcuno?
Non lo sappiamo e forse non lo sapremo mai.
Indipendentemente da alcuni articoli della stampa, scritti all’epoca della scoperta, non esiste alcuna fonte alla quale attingere notizie.
Lo stesso mondo scientifico rifiuta di prendere qualsiasi posizione: nessuno studioso ha mostrato il sia pur minimo interesse, e nessuno, ovviamente, si è mai preso la briga di scrivere una relazione dettagliata su questa creatura.
Se, nel corso degli anni, Azzo non fosse stato ripetutamente fotografato, la sua esistenza sarebbe stata già dimenticata da tempo.
Uno dei pochi che, a metà degli anni Cinquanta rammentava ancora bene Azzo, era lo scrittore francese Jean Boullet. (Continua…)

Ago
8

Le Pietre di Ica

Inserito il 8 agosto 2007 da Roswell in Misteri

Le Pietre di IcaPer un certo gusto neopositivista, si è soliti pensare che più la civiltà degli umani vada avanti, più, di conseguenza, la tecnologia migliori e progredisca. In questa ottica, il passato viene sempre visto come un’epoca di arretratezza ed “ignoranza”. Alla fine dell’Ottocento, in alcuni paesi Europei, ammalarsi di polmonite voleva dire la morte certa; oggi, fortunatamente, non è più così. Quarant’anni fa, i primi computer a valvole occupavano intere stanze ed avevano una capacità di calcolo assai limitata; oggi, un computer portatile non pesa più di un paio di chili, sta comodamente in una borsa e ci permette, tramite Internet, di metterci in comunicazione con il mondo intero. Gli esempi potrebbero continuare all’infinito, ma confermerebbero sempre la stessa cosa: il passato è buio ed antiquato, il presente ed il futuro luminosi e caratterizzati da una più alta qualità tecnologica. Ma forse le cose non stanno così: forse, nel passato del nostro pianeta, c’è stata una civiltà in possesso di tecnologie nettamente superiori a quelle in nostro possesso. Incredibile? Forse no, a giudicare da quelle che potrebbero essere le prove…

Il deserto di Ocucaje, in Perù, è un territorio arido e sabbioso posto ai piedi della catena delle Ande, vicino all’altopiano di Nazca, celebre per i suoi disegni, e non lontano da Paracas, località nota per il suo “candelabro di sabbia”. Il deserto ha una grande rilevanza archeologica, in quanto, all’inizio del 1900, furono scoperte vastissime necropoli delle culture Nasca e Paracas (datate fra il 400 a.C. e il 400 d.C.), contenenti centinaia di mummie e migliaia di oggetti in oro, elementi del corredo funerario dei sepolti. La valle, infatti, insieme a quelle di Pisco e Nazca, faceva parte dell’impero Chincha, impero precedente a quello Inca. (Continua…)

Ago
7

Massa ferrosa di Roccatederighi

Inserito il 7 agosto 2007 da Roswell in Misteri

CUNSecondo fonti, al momento non del tutto confermate, esperti del Centro Ufologico Nazionale si sarebbero recati a Roccatederighi per cercare di stabilire l’origine della massa ferrosa rinvenuta nel sottosuolo.

Dalle prime analisi la “cosa” presenterebbe un’intensità elettromagnetica pari a oltre 5 tralicci
dell’alta tensione.
Il misuratore di campi elettromagnetici ha riportato un’attività di oltre 35 micro-tesla in diversi punti del terreno.

AGGIORNAMENTO:

Sul sito del CUN Lazio trovate ulteriori informazioni riguardo al sopralluogo.

Ago
6

Misteriosa massa di ferro scoperta nel sottosuolo

Inserito il 6 agosto 2007 da Roswell in Misteri

13476541.jpgCercavano l’acqua, hanno scoperto “ una massa misteriosa”, tre metri sotto terra, su una collina a due km da Roccatederighi.
Un ritrovamento straordinario, di cui in paese si parla sottovoce e sul quale vengono fatte molteplici ipotesi, alcune davvero suggestive.
Ora sulla vicenda indagano i carabinieri della locale stazione, c’è un’informativa alla Procura della Repubblica di Grosseto e da ieri sera è stato ufficialmente investito del caso anche il primo cittadino del Comune di Roccastrada, Leonardo Marras.
(Continua…)

Ago
2

Civiltà sepolte

Inserito il 2 agosto 2007 da Roswell in Misteri, Video

Una breve introduzione sui grandi misteri della storia.

Lug
30

Le città di Marte

Inserito il 30 luglio 2007 da Roswell in Marte, Misteri

Marte

Articolo di Ennio Piccaluga

Il termine “Chaos”, nella geografia marziana, si riferisce a fondi sedimentari lacustri e sta ad indicare una zona in cui l’intersecarsi di linee complesse crea paesaggi alquanto tormentati.
Per uno strano e sconcertante effetto ottico, capovolgendo le immagini relative alle zone caotiche, l’aspetto cambia completamente: quelli che sembravano altipiani diventano crateri ed il paesaggio non è più riconoscibile.
L’apparenza è quella di un terreno prima umido e poi soggetto a desertificazione con lunghi solchi che sottolineano una evidente aridità. L’unica differenza è che, in questo caso, le fenditure sono larghe anche chilometri, mostrando una straordinaria complessità. Sembra quasi di osservare delle grandi città sommerse da un maremoto di dimensioni planetarie, con colate di fango che hanno coperto e modellato caoticamente le sottostanti “strutture”. (Continua…)